Falsi incidenti: truffe in agguato

Scampata disavventura per una civitanovese
- caricamento letture

di Laura Boccanera

Pensava fosse un approccio originale, invece era una truffa. Scampata disavventura per una civitanovese residente a San Marone che qualche giorno fa ha subìto un tentativo di truffa da parte di una coppia originaria dell’est. La donna era a bordo della sua auto ferma ad un semaforo di via Saragat, quando il conducente del furgone che stava dietro di lei scende e le bussa allo sportello. La donna non apre né tira giù il finestrino e al verde riparte. L’uomo però la segue fin sotto casa e una volta che la ragazza si ferma le apre lo sportello della vettura e le dice di aver preso la targa della sua macchina. L’uomo sostiene che la donna avrebbe urtato l’auto della moglie prima di scappare. La civitanovese, certa di essere capitata davanti ad un faccendiere truffaldino cerca di svincolarsi, ma lui non la molla e chiama anche la moglie che sopraggiunge a bordo di un’Audi. Quest’ultima inizia ad insultare la ragazza minacciando di chiamare la Polizia. La civitanovese però rimane ferma nelle sue posizione e cerca di far cadere in errore, con domande sempre più specifiche sul luogo e sulle modalità del presunto incidente. Alla fine i due cedono e se ne vanno. La ragazza ha sporto denuncia ai carabinieri di Civitanova.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni =