Pettinari riorganizza la Provincia
Ridotto a 10 il numero dei settori

Approvata la delibera della Giunta

- caricamento letture

Riorganizzazione1-300x225

Novità nell’assetto organizzativo della Provincia di Macerata. La Giunta provinciale  ha approvato la delibera con cui si vara il riassetto organizzativo dell’Ente suddividendolo in dieci settori (rispetto ai 12 attuali) in funzione dei dieci dirigenti attualmente in servizio. La nuova organizzazione è stata illustrata questa mattina dal presidente Antonio Pettinari nel corso di una conferenza stampa. I dieci settori di operatività della Provincia sono stati così definiti in base a criteri di pertinenza e omogeneità: Segreteria e affari generali; Risorse finanziarie; Risorse umane; Programmazione e politiche sociali e della famiglia; Attività produttive, cultura e turismo; Politiche del lavoro e formazione; Ufficio tecnico (viabilità e patrimonio); Genio civile; Gestione del territorio; Ambiente.
Pettinari ha tenuto a sottolineare che la nuova organizzazione è stata bene accetta dai rappresentanti sindacali e che da parte dei dirigenti, tutti di grandi capacità ed esperienza, ha avuto la massima disponibilità nel procedere ad un rinnovamento che, nel conservare la funzionalità di settori “classici” dell’amministrazione, prevede la creazione di nuovi settori come quello della famiglia o l’accorpamento ad esempio del “contenzioso” (che prima riguardava ciascun settore nella rispettiva competenza) il quale ora passa ad un unico ufficio.
Riorganizzazione2-300x225“Si procederà – ha detto Pettinari – nella collegialità e condivisione facendo particolare attenzione ai problemi del lavoro, dell’occupazione, della sicurezza, del reddito, della formazione, del sostegno alle nuove imprese che assumo giovani, del sociale, degli anziani, dei portatori di handicap, alle donne lavoratrici. E’ per questo che è stato creato nei giorni scorsi un “tavolo istituzionale” per mettere insieme tutte le opportunità e le risorse del territorio; sarà la sede da cui dovranno nascere le proposte e le soluzioni previa concertazione con la Conferenza provinciale delle autonomie. Fondamentale sarà anche la programmazione, che dovrà predisporre il piano provinciale dei trasporti, il piano di sviluppo, il piano energetico, e in collaborazione con gli altri settori il piano per la protezione civile, il piano faunistico, il piano urbanistico”.

(redazione CM)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
Podcast
Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X