Tutti i problemi del quartiere delle Vergini
al vaglio della Giunta itinerante

Tante le richieste sottoposte all'attenzione del sindaco Carancini e dei sui assessori nel corso di un incontro molto partecipato
- caricamento letture

giuntaitinerante2-300x178

di Lucia Paciaroni

Una serata costruttiva quella di ieri sera in occasione del settimo appuntamento della giunta itinerante, un’occasione di confronto e dialogo tra sindaco, assessori e cittadini. E’ toccato ai residenti delle Vergini esporre il lungo elenco di problemi del quartiere: tantissime criticità, ma dal sindaco è arrivata qualche buona notizia.

La sala del circolo Acli era molto affollata e la giunta itinerante si è conclusa intorno l’una. Toni polemici su molti aspetti, spezzati ogni tanto da simpatici interventi di chi ha cercato di sdrammatizzare piccole tensioni.

Il sindaco Romano Carancini e l’assessore alla Partecipazione Federica Curzi hanno subito spiegato il significato della giunta itinerante, “uno strumento per creare un rapporto più stretto fra amministrazione e territorio”. A rompere il ghiaccio è stato subito l’avvocato Francesco Gradozzi, presidente del comitato del quartiere Vergini, costituito nel febbraio del 2008, che ha letto un elenco di domande.

francescogradozzi11-300x225
L’avvocato Francesco Gradozzi

La prima riguarda “la presa in carico del quartiere con atto formale da parte del Comune” e “il motivo per il quale alcune opere non risultano ancora collaudate”, chiedendo se “secondo questa giunta, è ravvisabile una situazione di illegalità perdurante”.
E ancora, “il problema della carenza dei parcheggi”, chiedendo “se è stato preso in considerazione lo strumento dell’esproprio per ricavare nuove aree di sosta nei lotti ancora non edificati e per alcuni dei quali i permessi a costruire sono stati concessi più di dieci anni fa”. Altro problema sottolineato dall’avvocato Gradozzi è quello della “segnaletica orizzontale, ormai scomparsa dalla sede stradale ed il mancato collaudo delle opere di urbanizzazione, atti fondamentali per la messa in sicurezza dei cittadini  e che aprono il fronte ad evidenti situazioni di rischio”, domandando anche se “questa giunta ha considerato il fatto che le conseguenze di eventuali danni a persone o cose potrebbero ricadere sull’amministrazione comunale?”.

giuntaitinerante5-300x202Il presidente del comitato ha poi continuato sottolineando “se la  polizia municipale, oltre ai responsabili per l’urbanistica e la viabilità, hanno mai considerato l’elevata pericolosità dell’incrocio sito tra via Falcone, via Livatino e via Chinnici” e il fatto che “i cittadini delle Vergini da anni pagano servizi di cui non possono beneficiare in maniera adeguata: dalla gestione del verde pubblico più volte lamentata nel corso dell’estate trascorsa, al sistema di raccolta dei rifiuti, alla manutenzione delle strade e alla condizione selvaggia di ingombro della carreggiata da parte dei cittadini che parcheggiano le auto dove non si dovrebbe”. Su questo ha aggiunto: “I residenti sono stufi e sono pronti a promuovere un’azione legale congiunta, anche attraverso associazioni  dei consumatori. E’ necessario arrivare a tanto?”. Le ultime richieste avanzate riguardano uno dei problemi sollevato poi da tanti genitori, quello della “costruzione di una scuola sicura ed adeguata a raccogliere i tanti bambini che ora vivono nel quartiere”, chiedendo anche “come sono stati spesi i soldi provenienti dalla vendita di piazza Pizzarello e destinati alle opere sportive che avrebbero dovuto contribuire a fare di questo quartiere uno spazio abitativo all’avanguardia?”. Ed infine, “A che punto è il piano casa relativo alle Vergini?” e “quando potrà essere attivata una seria forma di raccolta differenziata?”.

Il sindaco Carancini ha subito risposto toccando uno dei romanocaranciniprincipali punti, che scioglierebbe poi molti problemi: “Pochi mesi dopo il nostro insediamento, dalle lottizzazioni sono emerse delle criticità. Posso dirvi che l’amministrazione intende prendere in carico il quartiere e questo avverrà nel giro di un mese”. E proprio riguardo agli autobus, il sindaco ha annunciato che “la fermata dell’autobus sarà spostata prima della rotonda per collegarla con un percorso pedonale. Sarà un intervento abbastanza imminente”. “Altro intervento che vorremmo fare è quello di ricavare parcheggi dietro l’attuale polo universitario, per eliminare la questione delle auto parcheggiate lungo la strada” ha aggiunto. Sulla questione parcheggi, ha detto: “Non si possono realizzare, si può pensare a parcheggi sotterranei se qualche privato vuole farli, noi non siamo nelle condizioni”.

giuntaitinerante1-300x174E poi ha affermato: “Riconosco che siamo in una situazione di criticità. Per quanto riguarda il piano casa, in pochi mesi dovrebbe essere sottoscritta la convenzione. Quindi entro i primi mesi del 2012 contiamo di avviare la variante e con questa lottizzazione ci sono elementi, tra cui la cessione di alcune aree, per far partire la realizzazione della scuola”. Dal pubblico, una signora ha sottolineato “i nostri figli sono ammassati in quella struttura, siamo stufi”.

Un signore ha chiesto di difendere la storia del quartiere, riferendosi alla “fontana e al giuntaitinerante3-300x210 vecchio cancello dietro la chiesa”. E ancora, sono stati chiesti “due semafori per limitare la velocità e l’asfaltatura dei centocinquanta metri davanti alla scuola”, “la regolamentazione del parcheggio davanti alla chiesa con segnaletica orizzontale”, “una soluzione per entrare da via Pancalducci alle Vergini”. Una mamma ha poi detto: “I miei figli saranno già grandi quando si costruirà la nuova scuola, ma almeno adesso occupatevi delle piccole manutenzioni, come le radici degli alberi che escono fuori dal terreno e sono un pericolo per i bambini”. E questo mamma ha anche invitato il giuntaitinerantevergini1-300x280sindaco a pranzo alla mensa della scuola, “dove si mangia bene”, ma “così si renderà conto della situazione”. E ancora, altra richiesta quella dell’attivazione del semaforo all’uscita di Vallebona, su questo l’assessore Luciano Pantanetti ha detto: “Tra qualche giorno la ditta provvederà a programmarlo”. Tra le ultime domande, quella relativa ad “una struttura sportiva”, che “per il momento non è prevista”.

Il bilancio di questo incontro è sicuramente quello di un quartiere ricco di problemi, ma qualche intervento annunciato potrebbe allievare alcuni disagi dei residenti. Intanto i membri del comitato delle Vergini, rivolgendosi a tutti i residenti del quartiere, invitano chi volesse entrare a far parte del gruppo a scrivere a comitato.vergini@gmail.com o su facebook. La prossima giunta itinerante farà tappa nella zona di via Panfilo.

***

Intanto il Comune di Macerata, attraverso una nota stampa, ufficilizza che saranno trasferite le anatre del laghetto delle Vergini:

Pesci al posto delle anatre. Questo quanto avverrà nei prossimi giorni, per la precisazione il prossimo 24 ottobre, nel laghetto del quartiere Vergini.

Infatti, per salvaguardare la salubrità del laghetto, le otto anatre  ancora presenti nello specchio d’acqua, verranno prelevate da un operatore specializzato e trasferite in un altro luogo idoneo messo a disposizione  da un’azienda agricola privata.

Nel laghetto verranno collocati alcuni pesci che, oltre a rendere più  accogliente il luogo, concorreranno anche a controllare il proliferare delle zanzare.

In questo modo, la soluzione scelta dall’Amministrazione comunale, dovrebbe risolvere contemporaneamente sia il problema relativo all’igienicità dell’acqua sia quello della presenza nella zona di animali.

giuntaitinerante4-300x197



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X