Copagri organizza il Festival nazionale della birra agricola

Torna “tra monti e colline” il 21, 22 e 23 ottobre all'Abbadia di Fiastra. Presenti il Ministro delle politiche agricole Romano e il presidente della commissione europea agricoltura De Castro
- caricamento letture
COPAGRI-CONFERENZA-STAMPA-TRA-MONTI-E-COLLINE-2011-SDC117421-300x225

(da sinistra Leo Del Carpio, project manger Copagri; Giovanni Bernardini, presidente Copagri Marche; Giovanni Battista Torresi, assessore all'agricoltura Provincia di Macerata; Andrea Passacantando, presidente Copagri Macerata; Paolo Pinciaroli, dirigente Provincia di Macerata

Una tre giorni all’insegna della birra agricola, prodotti tipici, artigianato ed eccellenze del territorio maceratese e delle diverse regioni italiane. Torna l’evento “Tra monti e colline: delizie, profumi e incanti delle nostre terre” organizzato dalla Confederazione produttori agricoli di Macerata al quale si aggiunge il primo Festival nazionale della birra agricola. “La manifestazione – ha detto in conferenza stampa il presidente di Copagri Macerata, Andrea Passacantando – si presenta così con una serie di novità tra le quali l’iniziativa dedicata alla birra agricola, la prima in Italia ed in Europa. E quindi sono previste migliaia di persone da tutta Italia, molte di più delle precedenti edizioni. Entrambi gli eventi vengono proposti nell’ambito della seconda festa nazionale di Copagri ‘Agricoltura in festa’ che quest’anno ha scelto come sede proprio la città di Tolentino”. Saranno presenti tutti vertici nazionali di Copagri e delegazioni provenienti da ogni regione, oltre al Ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali, on.Francesco Saverio Romano, che nell’ambito del primo convegno riferirà sulle ultime novità in merito alla Pac. “Sono tantissime le prenotazioni giunte da ogni parte d’Italia – ha aggiunto il presidente di Copagri Marche, Giovanni Bernardini – quest’anno la manifestazione è molto più ampia. Vogliamo che la birra agricola sia una risorsa del territorio”. Grazie a Copagri Marche è stato approvato il decreto ministeriale n.212/2010 che permette alle aziende agricole produttrici di orzo di creare birra considerandola un’attività agricola a tutti gli effetti. Una sfida che è partita dalla Marche e che ora è una realtà per tutta l’Italia. La festa si terrà dal 21 al 23 ottobre al Centro congressi di Abbadia di Fiastra di Tolentino ed Urbisaglia.

La manifestazione racchiude convegni, incontri culturali, momenti eno-gastronomici, concerti, mostra mercato delle tipicità con oltre 70 espositori, spettacoli, tradizioni, folklore e tantissima birra di qualità, quella agricola, con ingredienti, quindi orzo, e processo di fermentazione in azienda agricola, con oltre 50 tipologie diverse in 10 stand. L’evento dedicato alla birra agricola, inoltre, rientra anche nell’ambito di “Assaggi di Raci”, programma per valorizzare la biodiversità agricola della Provincia di Macerata. “Abbiamo creato – ha dichiarato Paolo Pinciaroli, dirigente della Provincia – un evento dedicato alla birra agricola che deve rimanere nel maceratese.” Della stessa opinione è l’assessore all’agricoltura della Provincia, Giovanni Battista Torresi. “Un plauso va alla Copagri per l’evento – ha aggiunto – che porta lustro al territorio. L’auspicio è che il festival della birra agricola rimanga nel maceratese”.

   La manifestazione aprirà i battenti alle 16 del prossimo 21 ottobre con l’inaugurazione dalla mostra mercato di prodotti tipici e di artigianato locale alla quale parteciperanno oltre 70 produttori e artigiani del territorio maceratese che esporranno nelle sale di Abbadia di Fiastra presentando assaggi e dimostrazioni per tutti e tre i giorni. Ci saranno anche stand della Copagri dalle diverse regioni. Saranno presenti, inoltre, 10 produttori di birra agricola delle Marche e da altre regioni italiane. Sempre nel pomeriggio del 21 ottobre, alle 17, si terrà il convegno “Quale futuro alla luce della proposta legislativa sulla riforma della Pac, Politica agricola comunitaria”. Ad introdurre i lavori sarà il presidente di Copagri Macerata, Andrea Passacantando. Sull’argomento relazioneranno Giovanni Bernardini, presidente Copagri Marche; Antonio Pettinari, presidente Provincia di Macerata; Paolo Petrini, vicepresidente Regione Marche. E’ previsto anche l’intervento del Ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali, on.Francesco Saverio Romano. A concludere sarà Franco Verrascina, presidente Copagri nazionale, mentre Mario Serpillo, vicepresidente Copagri, presiederà il convegno al termine del quale ci sarà la presentazione dell’opera “Un’aquila per l’Aquila” di Giuseppe Gentili, in allestimento davanti all’entrata del complesso monumentale di Abbadia di Fiastra. Di seguito verrà consegnato il Premio “Valore Rurale 2011” – istituito dalla Copagri di Macerata – alle aziende che si sono distinte con la loro attività apportando valore al mondo rurale e a tutto il comparto. Il momento sarà accompagnato da una degustazione di prodotti tipici e musica.

   Il secondo giorno della manifestazione sarà dedicato alla birra agricola, all’innovazione del prodotto e del processo. L’argomento sarà oggetto di una tavola rotonda. A condurla sarà il giornalista Marco Frittella, caporedattore TG1 RAI. Sarà una sorta di talk show per presentare il progetto di Copagri Marche e del Cobi, Consorzio produttori dell’orzo e della birra, ormai noto in tutta Italia. Oltre ad Emilio Landi, presidente del marchio Birragricola, ed altri relatori interverrà anche l’on.Paolo De Castro, presidente Commissione Agricoltura Parlamento Europeo. Seguirà una degustazione di prodotti tipici a cura dell’Istituto Alberghiero di Cingoli, nonché alle 19 il concerto live “I ritratti di Musicultura” in omaggio a Bruno Lauzi, organizzato in collaborazione con Musicultura. Nella mattina del 22 ottobre si continuerà a parlare di birra agricola con il seminario di approfondimento “L’orzo dal campo al boccale”.

Con la manifestazione si vuol educare ad esercitare un consumo mirato alla qualità e più attento, a scoprire la birra agricola ed a riscoprire le tradizioni maceratesi e non. L’evento, oltre alla mostra mercato, convegni e momenti culturali sarà caratterizzato da laboratori tra arte e tradizioni, per grandi e piccini: su l’arte dell’intreccio; per dipingere con la birra; per lavorare la creta; per creare fischietti in terracotta; per coniare monete. “Per la rassegna appuntamenti con il gusto – ha aggiunto Leo Del Carpio, project manager Copagri Macerata – sono previsti: un mini corso per produrre il parmigiano reggiano; assaggi e comparazione di oli di oliva alla ricerca della qualità; degustazione guidata di una selezione di vini marchigiani e di birre agricole condotta da Cesare Lapadula, delegato Associazione italiana sommelier di Macerata”. Alle 18 del 23 ottobre all’Abbazia di Chiaravalle verrà celebrata la messa per la giornata nazionale del ringraziamento 2011 da mons.Claudio Giuliodori, vescovo di Macerata, Tolentino, Recanati, Cingoli e Treia. Sono in programma, infine, spettacoli di rievocazioni storiche e gruppi folcloristici.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X