Basket, voglia di riscatto nella Virtus
Temperini: “Contro Ferrara sarà dura”

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Nicola Temperini

di Laura Barbato

Il cammino della Virtus Civitanova non è iniziato nel migliore dei modi: due partite giocate e due sconfitte, prima in casa contro il Corno di Rosazzo e poi in trasferta a Riva del Garda. In questi giorni a tenere banco in casa Virtus è ancora una volta la questione infortuni. Il turno di riposo di domenica scorsa ha giovato alla squadra che finalmente potrà contare su un Temperini non ancora al cento per cento, ma a preoccupare coach Cervellini questa volta è Frascione che nell’allenamento di martedì ha rimediato una distorsione alla caviglia ed è in dubbio per il prossimo match. Dopo tre giornate di campionato la Naturino-Sapore di Mare è ancora ferma a 0 punti, anche se il calendario non ha di certo facilitato gli aquilotti, ma l’impressione è che a differenza della passata stagione quest’anno ci sarà da soffrire. Tornando alla partita di domenica, se Frascione è in forse, contro la capolista Ferrara sarà sicuramente dell’incontro il protagonista di oggi: Nicola Temperini.

Prima di tutto quali sono le sue condizioni fisiche e se ha recuperato appieno dall’infortunio?
“ Sto bene al novanta per cento, perché la fascite plantare è un infortunio che si riproporrà nel tempo e visto che ho saltato tutta la preparazione solo tra 10-15 giorni sarò al meglio”.

Dopo tre giornate di campionato la Virtus non ha conquistato nessun punto, è un dato preoccupante?
“ E’ preoccupante perché dopo tre giornate ci sono 4 squadre che hanno sei punti e noi che siamo fermi a 0. C’è anche da dire che ci sono stati numerosi infortuni: io sono stato fuori, Frascione e De Falco hanno avuto anche loro dei problemi fisici. Perciò il fatto che abbiamo perso due partite con la squadra non al completo e poi aver riposato fa ben sperare”.

Cosa, secondo lei, non ha funzionato nelle due gare contro il Corno di Rosazzo e il Riva del Garda?
“ Con il Corno di Rosazzo noi abbiamo giocato bene ma non ci siamo mai allenati tutti insieme a causa degli infortuni e io non ho potuto dare il mio contributo. E’ stata una partita in cui ci abbiamo messo tanto cuore ma gli episodi non sono andati a nostro favore. Mentre a Riva del Garda siamo partiti male, non abbiamo fatto quello che avevamo preparato e siamo andati subito sotto poi abbiamo recuperato ma non è bastato”.

Come nasce il suo ritorno a Civitanova?
“ Torno perché a Montegranaro non abbiamo trovato l’intesa per rinnovare il contratto e Civitanova mi ha fatto subito un’ottima offerta e poi volevo rimanere vicino casa, abito a Montegranaro, sia per lo studio che per la famiglia”.

Sono passati molti anni da quando ha lasciato la Virtus, che giocatore ritroviamo?
“ Torno con premesse diverse. La prima volta che sono arrivato avevo 17 anni, adesso ne ho 23 e nel frattempo a Montegranaro mi sono allenato con la serie A ho fatto un campionato di C1 da protagonista, poi in B2 con la Supernova dove abbiamo fatto i play off, senza dubbio c’è stata una maturazione e spero di continuare così”.

Domenica contro la capolista Ferrara, che match vi attende?
“ Il calendario non è facile e finora non ci ha aiutato. Ferrara è una squadra forte, probabilmente la migliore del nostro girone, è coperta in tutti i ruoli ed ha giocatori di categoria superiore. Non sarà facile”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X