Il Serralta frena la corsa
della corazzata Montesangiusto

LA PARTITA DELLA SETTIMANA IN SECONDA - Finisce 0-0 il match ma pesa come un macigno il penalty fallito da Natali
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
FOTO-NATALI-GIACOMO

Giacomo Natali, capitano del Serralta

Un ottimo Serralta deve rimandare l’appuntamento con il successo (manca da 4 turni) e si deve accontentare di un nuovo pareggio (il terzo in 5 gare) impattando a reti bianche in casa nella sfida con la capolista Montesangiusto. E’ uno zero a zero che non rende giustizia alla squadra di casa che ha giocato un’eccellente partita, facendo vedere un bel gioco per circa un’ora e, soprattutto, ha saputo recitare un monologo in tema di tiri in porta tanto da creare almeno sei limpidissime occasioni, tra le quali un calcio di rigore poi fallito da capitan Natali. Chi aveva chiesto una prova d’orgoglio al gruppo ed un pronto riscatto al ko di sette giorni prima è stato servito ed almeno sul piano della prestazione, della grinta, della voglia sono arrivate risposte più che soddisfacenti. Da parte sua il Montesangiusto se ne torna a casa con un punto guadagnato dopo una prova un po’ sottotono e non all’altezza delle proprie e sapendo di dover dire grazie al proprio portiere Gentili che è stato l’uomo migliore e sicuramente decisivo, viste le prodezze compiute (almeno 4 compresa quella sul rigore). Il match parte su buoni ritmi con trame interessanti, ma in zona gol si vede poco o nulla fino al minuto 25 quando giunge la prima chance di una lunga serie per il Serralta. E’ Sfrappini a sfruttare prontamente l’indecisione di Filomeni che lascia scorrere un pallone favorendo così il centravanti gialloblù che tira subito, ma l’uscita di Gentili è puntuale ed a tempo, tanto da consentirgli la respinta di puro riflesso con il braccio di richiamo. Tre minuti dopo Scarpacci da sinistra serve un ottimo pallone a Piccioni che dal limite batte di prima intenzione, il rasoterra a pelo d’erba sembra poter insaccarsi a fil di palo, ma Gentili è eccezionale nell’arrivare in tuffo e deviare in angolo con la punta delle dita. In mezzo a tanto Serralta si fa vedere anche il Montesangiusto con un guizzo personale di Mancinelli che resiste agli avversari e poi entra in area per lasciar partite un sinistro sporco che diventa un assist per il liberissimo D’ascanio appostato dalla parte opposta: il numero 9 rossoblù tira da pochi passi e segna, ma il gioco era già fermo per l’intervento dell’arbitro che ravvisa il fuorigioco di partenza dello stesso D’ascanio. Al 40’ arriva l’episodio cruciale del match: su rimessa laterale il pallone finisce in area dove tra un nugolo di gambe è Natali a tentare il tiro che finisce sul braccio, sembra alto, di Mancinelli proteso in scivolata. Per il direttore di gara ci sono gli estremi del penalty. Sul dischetto si presenta lo stesso Natali che sceglie il solito destro potente, stavolta però la direzione non è centrale e così Gentili è svelto e bravo ad intuire ed a smanacciare in tuffo avvalendosi dell’aiuto del palo di destra. Il primo tempo si chiude con l’ennesima palla gol per il Serralta, stavolta con Giorgi che, imbeccato alla perfezione da Gigli con un preciso assist d’esterno, scatta in campo aperto e si presenta davanti a Gentili che ribatte con il corpo il piatto destro dell’attaccante avversario. I primi minuti della ripresa sono ancora a tinte gialloblù con protagonista Natali: al 2’ su punizione da destra di Piccioni il capitano locale è il più lesto di tutti ad avventarsi sul pallone a spiovere per un tocco di controbalzo che manda la sfera a lambire il montante di sinistra; quindi al 9’ su angolo calibrato sempre di Piccioni, Natali emerge dalla mischia all’altezza del secondo palo per una conclusione acrobatica che termina alta dopo aver toccato la parte superiore della traversa. Da qui in avanti si affievolisce il forcing del Serralta che accusa un inevitabile calo e non riesce più ad essere incisiva e concreta in avanti, ma malgrado ciò non corre pericoli controllando agevolmente un Montesangiusto che non ce la fa a cambiare passo per provare il colpaccio e le uniche azioni degne di nota che costruisce sono solo due: la prima con D’Ascanio che calcia dal limite sull’esterno della rete, la seconda con Filomeni che impegna a terra Sorichetti con un rasoterra centrale. Finisce così senza un nulla di fatto con un pareggio ad occhiali che va bene agli ospiti e sicuramente molto meno ai locali che lasciano lo stadio con la sensazione di aver lasciato per strada due punti.

 

SERRALTA – MONTESANGIUSTO 0-0

SERRALTA : Sorichetti, Palazzesi, Scarpacci(40’st Montemarani), Piccioni, Carbone, Natali, Gigli Claude, Maccioni, Sfrappini(17’st Cocci), Dignani, Giorgi(40’st Alessandrini). A disp. Appignanesi, Cappabianca, Compagnucci, Zenobi. All. Biciuffi.

MONTESANGIUSTO : Gentili, Filomeni, Pollastrelli, Temperini, Canullo, Consta’, Dari(19’st Iommi), Mancinelli, D’Ascanio, Toscana, Berrettoni(15’st Forestieri). A disp. Pennesi, Micucci, Piergentili, Girotti, Scagnetti. All. Paoloni

ARBITRO : Forconi di Macerata

NOTE : spettatori 60 circa. Ammoniti : Mancinelli, Palazzesi, Montemarani. Angoli : 6-3 per il MSG. Recupero : 3’pt, 3’st.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X