Teneva in casa un bazar della droga
Arrestato 26enne a Macerata

Sequestrati dai carabinieri cocaina, marjiuana, hashish, ecstasy e una serra artigianale per la coltivazione di canapa indiana allestita in un armadio
- caricamento letture

CARABINIERI-ARRESTO1-300x2001Continua la lotta al traffico di sostanze stupefacenti da parte del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo Carabinieri di Macerata.

Dopo gli arresti dei giorni scorsi e il contestuale sequestro di 34 chili di marijuana, la notte scorsa è stata messa a segno una nuova operazione di servizio che ha portato all’arresto di S.P., 26 anni, residente a Montelupone e domiciliato a Macerata, da tempo sospettato di essere dedito a proficua attività di spaccio in città e nei paesi limitrofi.

I servizi di osservazione e pedinamento protrattisi per alcuni giorni, hanno confermato i sospetti dei militari operanti; effettivamente il giovane effettuava nell’arco della giornata strani movimenti riconducibili all’attività illecita, in particolare in Contrada Pace del comune di Macerata.

Nella nottata di ieri il giovane è stato quindi fermato dai carabinieri mentre usciva dalla sua abitazione per uno dei suoi rapidi e frequenti spostamenti. Sorpreso dal controllo, ha cercato di disfarsi di una bustina di cellophane, prontamente recuperata dai carabinieri, che è risultata poi contenere 6 grammi di marjuana. 

Durante la perquisizione dell’appartamento di S.P. è stata trovata una variegata gamma di sostanze stupefacenti, tutte sequestrate: 54 grammi di cocaina, 40 grammi di marijuana, 100 semi di cannabis indaca, 8 grammi di hascisc, suddivisi in due involucri, e 7 pasticche di ecstasy.

Nell’abitazione il giovane aveva anche allestito una piccola serra, sistemataa artisticamente in un armadio di legno, dotata di impianto di ventilazione, termometro e lampada alogena – nella quale vi erano coltivate 9 piantine di marijuana.

Oltre alle sostanze stupefacenti, sono stati anche sequestrati un bilancino di precisione intriso di polvere bianca, materiale atto alla confezione dello stupefacente, materiale utilizzato per la coltivazione della marijuana (fertilizzanti specifici, vasi, istruzioni, ecc,), oltre alla somma di 460 euro ritenuta provento dello spaccio.

L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato trasferito in carcere ad Ancona a disposizione dell’autorità giudiziaria.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X