Un volto maceratese a Wall Street

Daniele Massaccesi ha partecipato alla protesta contro il sistema finanziario e ha raccolto informazioni e testimonianze
- caricamento letture
dan

Daniele Massaccesi

 

di Lucia Paciaroni

Un volto maceratese alla protesta a Wall Street, iniziata da dieci giorni, per manifestare contro il sistema finanziario. Su corriere.it nella photo gallery pubblicata il 18 ottobre (guarda), è apparso anche Daniele Massaccesi, 29 anni, maceratese che ha vissuto per circa sette anni in Cina terminando un dottorato in sociologia presso la Renmin University di Pechino. Attualmente Daniele insegna storia, cultura e societa’ cinese contemporanea alla School of Asian Studies, University College Cork, in Irlanda. Inoltre, scrive e collabora con l’agenzia di stampa China Files (www.china-files.com) e su di sé aggiunge “tifo la Maceratese, ho una sorella che amo con tutto il cuore e un blog su cui mi diletto dal 2006 (danielemassaccesi.blogspot.com)”.

 

Per quanto riguarda la sua partecipazione alla protesta a Wall Strett, racconta che è wallstreet_0510-300x225successo un po’ per caso: “Ero a New York per una conferenza internazionale di studi asiatici, alla University at Buffalo, a sei ore di pullman da New York City. Terminata la conferenza sono rimasto un paio di giorni a Brooklyn, dove ho degli amici, Claudio Sopranzetti, maceratese come noi, che vive a Boston per un dottorato, e Carla, la fidanzata. Ho cercato di vedere quanto più possibile a New York, Brooklyn, Queens, Harlem, Manhattan. Gironzolavo per la parte meridionale di Manhattan, intento a visitare la Statua della Libertà, Ground Zero ed il museo del Guggenheim. Passando per le strade nei pressi di Wall Strett ho notato un notevole dispiegamento di  forze dell’ordine. Sarà normale, ho pensato. Arrivato poco distante a Ground Zero ho trovato una folla di persone letteralmente in occupazione della piazza. Sorpreso, ho deciso di restare ad osservare, chiedendo ai ragazzi presenti i motivi della protesta”.

wallstreet_0511-300x225Daniele parla poi di quello che ha visto e capito parlando con le persone: “Era presente un po’ di tutto: socialisti, anarchici, ecologisti, zapatisti, studenti, cittadini qualunque, gente rovinata dalle banche e persino dei veterani della guerra del Vietnam e un gruppo di cristiani con saio e croci. Ho chiacchierato con diverse persone, ne è uscito fuori che la protesta è spontanea, nata ed organizzata sul web ma senza la leadership di sindacati o partiti, che “non sono così forti come da voi in Italia” e il principale motivo della manifestazione è l’abolizione della corporate personhood, ovvero il fatto che negli Stati Uniti le società si vedono riconosciuto lo status di persona, togliendo responsabilità ai dirigenti “in carne ed ossa””. E ancora: “Più in generale i manifestanti erano lì per protestare contro il sistema capitalista e le lobby finanziare, per chiedere la revisione del caso Troy Davis (giustiziato nonostante tutto pochi giorni dopo) e per una visione governativa dell’economia più etica ed equilibrata per tutti”. Riguardo a quelle che sono state le sue impressioni, dice: “Bellissimo vedere migliaia di persone riunite spontaneamente in piazza, sedersi in gruppo e parlare, esprimere e condividere idee e visioni sulla crisi attuale. Tutto molto civile e pacifico. Scontri con la polizia si sono avuti solo a diversi giorni di distanza dalla prima occupazione”.

Le foto della protesta allegate all’articolo provengono dal blog di Daniele Massaccesi.

wallstreet_0513-300x225   wallstrett_0512-300x225

 



			

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =