Approvato l’odg sul quartiere Vergini
Carancini: “Strozzati dal patto di stabilità”

Votato quasi all'unanimità il documento presentato dal consigliere del Pdl Pierfrancesco Castiglioni
- caricamento letture

Vergini-anatre12Il consiglio comunale ha approvato, quasi all’unanimità, l’ordine del giorno presentato dal consigliere del Pdl Pierfrancesco Castiglioni il quale chiedeva all’amministrazione di impegnarsi alla soluzione di diversi problemi che interessano il quartiere Vergini. L’area, secondo il consigliere di opposizione, vive una situazione di costante precarietà e nonostante il completamento delle opere di urbanizzazione continua a dare l’immagine di un cantiere a cielo aperto (leggi l’articolo). Nei giorni scorsi diversi lettori si erano lamentati sulle pagine di Cronache Maceratesi soprattutto dell’incuria delle aree verdi che aveva provocato la moria dei germani reali che si erano stabiliti nel laghetto del quartiere (leggi l’articolo).
La risposta riguardo la situazione del quartiere è stata data dall’assessore Luciano Pantanetti: «Alcune opere in quella zona sono state realizzate e collaudate, altre no. Per quanto riguarda le parti non collaudate provvederemo quanto prima e per quanto possibile».

pierfrancesco_castiglioni

Pierfrancesco Castiglioni (Pdl)

Il consigliere Marco Guzzini (Pdl) ha parlato di quartieri degradati e abbandonati a se stessi. Secca la replica di Romano Carancini: «Ci sono situazioni di preoccupazione ma quartieri degradati proprio no.  I consiglieri di opposizione portano avanti questa battaglia ma sarebbe più onesto evitare di strumentalizzare questioni come questa quando sanno benissimo che il Patto di stabilità strozza le amministrazioni locali, non ci consente di intervenire laddove vorremmo farlo e impone una serie di scelte».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X