La Civitanovese sfiora l’impresa
A Teramo rossoblù raggiunti da Petrella

SERIE D
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
civ.-buonaventura-savelli

Il bomber della Civitanovese Alex Buonaventura

di Laura Barbato

Avvio di campionato di serie D col “botto” per la Civitanovese, che esordisce in casa della corazzata Teramo. Partita dura e nervosa che si conclude in parità e con un’espulsione per parte. Al 39’ il gol di Buonaventura su punizione porta avanti i rossoblu  che si fanno raggiungere al 76’ con il gol di Petrella. In settimana il bomber Buonaventura aveva promesso che la squadra se la sarebbe giocata a Teramo e così è stato. I ragazzi di Cornacchini si rendono subito pericolosi al 5’ con un tiro dalla distanza di De Vincenziis che termina a lato. Il Teramo risponde con due conclusioni di Arcamone, al 7’ e al 13’, in entrambi i casi è provvidenziale l’intervento del portiere. Al 17’ Buonaventura smarca sulla destra Martelli che fa partire un tiro-cross che si stampa sulla traversa, primo brivido per la squadra di Cappellucci. La partita diventa incandescente. Prima Traore, al 25’, poi Calabuig al 38’ vengono ammoniti. Proprio quando la tensione inizia a salire, il solito Buonaventura risolve la situazione calciando una punizione dal limite nel migliore dei modi. 1-0 per gli ospiti. Il Teramo non rimane a guardare e sul finale del primo tempo si rende molto pericoloso con una bellissima triangolazione che permette ad Arcamone di trovarsi a tu per tu con Hrivnak, che con il piede salva la porta rossoblu. La prima frazione di gioco si conclude con la Civitanovese avanti per 1-0. All’8’ della ripresa Ekani commette un bruttissimo fallo su Rachini, rosso diretto. Il Teramo resta in dieci. La parità numerica viene subito ristabilita perché tre minuti dopo Traore si fa espellere per somma di ammonizioni. Dieci contro dieci. Alla mezz’ora il Teramo domina sul campo; Petrella dopo aver colpito l’incrocio dei pali, al 31’ segna e riporta il risultato in parità. In campo ormai è un monologo biancorosso. L’ultimo brivido per la porta di Hrinvak lo si ha all’ ‘81 ma ancora una volta il portiere riesce in due tempi a salvare la porta marchigiana. Cinque i minuti di recupero concessi dal quarto uomo, la Civitanovese si chiude respingendo l’offensiva abruzzese e mister Cornacchini gioisce per l’importantissimo punto conquistato e per le prestazioni positive dei suoi, su tutti Buonaventura e Hrivnak.

il tabellino:

TERAMO: Cialdini, De Fabritis (73’ Ciampi), Tommaselli (64’ Chovet), Valentini (94’ Filipponi), Calabuig, Speranza, Ekani, Traini, Arcamone, Masini, Petrella.  All. Roberto Cappellacci. A disposizione: Pompei, Ciampi, Filipponi, Mariani, Galli, Chovet, Di Paolo.

CIVITANOVESE: Hrivnak, Martelli, Mandorino F. (79’ Iacopini)., Rachini, Castracani, Paganotto, De Vincenziis (48’ Traini) , Mandorino S., Marci, Buonaventura (65’ Filiaggi), Traore.  All. Giovanni Cornacchini. A disposizione: Giacomozzi, Iacopini, Trillini, Sbaraglia, Traini, Filiaggi, Spinaci.

ARBITRO:  Patrignani Dario di Roma.

ASSISTENTI:  Pavone Alfredo Di Forlì e Biasini Lorenzo di Cesena.

RETI: 39’ Buonaventura; 76’ Petrella.

NOTE – spettatori: 300 circa.  Ammoniti: 25’ Traore; 38’ Calabuig; 44’ De Vincenziis;  49’ Mandorino F; 89’ Filiaggi

Espulsi: 53’ Ekani; 56’ Traore.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X