Vania Longhi (Idv): “Torresi faccia subito chiarezza”

La vice coordinatrice provinciale interviene sulla vicenda giudiziaria che vede coinvolto il sindaco di Pioraco
- caricamento letture

vania-longhi

Vania Longhi

Lettera aperta dell’avvocato Vania Longhi sul caso Torresi.  La vice-coordinatrice provinciale e componente del coordinamento regionale dell’Idv chiede di fare chiarezza sulla vicenda giudiziaria convocando con urgenza il direttivo provinciale:

“Ha il dovere morale e politico – scrive Vania Longhi – di replicare ai numerosi articoli apparsi nei giorni scorsi e achiedo pubblicamente attraverso la stampa a signor Torresi di far chiarezza tra gli iscritti convocando “con urgenza” il direttivo provinciale, così facendo potrà fare luce sulla delicata questione giudiziale ed ovviare ad altro fango che sta pesando sul partito locale: il Sindaco di Pioraco e neo-assessore provinciale Torresi, ha firmato il patto etico? Nessuno di noi lo sa.  L’On. David Favia, coordinatore regionale ed unica espressione politica a livello Nazionale della nostra Regione , non si è a tutt’oggi pronunciato in merito al caso Torresi e, non ha, neppure comunicato alcunché a tal riguardo ai componenti regionali e provinciali.

E’ doveroso far sapere agli elettori che Torresi ha ricevuto, grazie a Favia, molte cariche di partito: in primis quella di coordinatore provinciale, poi quella di vice coordinatore regionale, è commissario a Civitanova Marche, il tutto in appena un anno d’ingresso nell’IdV.

L’unica cosa certa è che Torresi sarà dinanzi al GUP del Tribunale di Camerino all’udienza del 21 novembre.

Chiedo al Torresi, se davvero è innocente: non sarebbe necessario che sia proprio tu a chiedere di convocare anche il collegio regionale di garanzia, visto che la tua presenza alle riunioni regionali è assai rara e lasciare il ruolo a chi non le diserta mai? Ed, inoltre, decidere quale sia la via più opportuna da adottare nei tuoi confronti nel partito della legalità e della trasparenza? Se Vania Longhi nel 2006, decideva di entrare attivamente nell’Italia dei Valori, lo ha fatto proprio perché il nostro Presidente, l’On. Antonio Di Pietro voleva “pulire” il nostro paese dagli “imbroglioni”, addirittura l’altro giorno ha pubblicamente dichiarato alla Camera dei Deputati che il Parlamento si sta riempiendo di delinquenti.

giovanni_torresi

Giovanni Torresi

Sono convinta delle buone intenzioni profuse dal Sindaco Torresi che come lui ha dichiarato: “per far risparmiare alle esigue casse comunali qualche migliaia di euro, non essendo un tecnico, ma un semplice maestro di tennis, tutti gli atti che io firmo sono preparati dagli uffici con il benestare del segretario comunale…”. Ma allora viene spontaneo chiedersi: dove è finita la competenza dei nostri amministratori? Il Sindaco, quale primo cittadino, che si giustifica in tale modo non rende più gravosa la sua posizione? E aggiungo: come sarà in grado di amministrare in provincia? Anche lì si affiderà ai tecnici?

Persino le rassicurazioni chieste ed ottenute da due dirigenti di partito servono a poco di fronte alla tua palese ammissione d’ incompetenza amministrativa!

Cosa ne pensa il tuo elettorato ed i tuoi concittadini di Pioraco di questa situazione?

Come pensi di risolvere il vivo disagio nel quale si trovano, non solo il Presidente della Provincia, Antonio Pettinari (esperto conoscitore della macchina amministrativa comunale e provinciale, nonché da sempre uomo politico e dirigente di partito ed anche coordinatore regionale), ma tutti colleghi del consiglio e gli assessori provinciali ?

Sono iscritta convinta IdV e, pertanto, seriamente preoccupata che questo tuo atteggiamento egoistico e tanto meno idivudiano, possa allontanare dall’IdV coloro che vedono in molti esponenti del territorio ed in Di Pietro ancora il paladino della legalità. Egli sostiene sempre fortemente che quando ci sono rinvii a giudizio, ci si dimette da ogni carica politica, fino all’esito del giudizio. Se questo non farai, vorrà dire che non rappresenti l’Italia dei Valori, ma il tuo ingresso in questo partito è motivato esclusivamente da interessi personali e di poltrone, sei stato eletto Sindaco a Pioraco con una lista civica, rappresenti la provincia con l’IdV: il tuo elettorato piorachese ha condiviso la tua scelta partitica? Hai ancora tre anni di mandato. Non vorrei che per tue incompetenze amministrative venisse penalizzato ulteriormente il Comune di Pioraco ed il partito e quanti come me da anni s’impegnano con grande fatica e a proprie spese sul territorio.

Da ultimo, mi sembra di ricordare che l’On. Favia ha proposto il tuo nominativo a Sindaco di Civitanova Marche, per le amministrative del prossimo anno, città dove abiti e svolgi l’attività di tennista.

Fiduciosa mi aspetto, anzi fiduciosi ci aspettiamo noi dell’IdV maceratese e regionale una tua saggia ed onesta decisione”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X