Juniores, la Recanatese esce a testa
alta dalle finali scudetto

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Pennacchioni_Simone

Simone Pennacchioni

di Mauro Nardi

La Recanatese supera l’Unione Venezia 3-2 ma non basta per approdare alla final four scudetto del campionato Juniores. Il 3-0 subito martedì in laguna ha condannato la truppa giallo – rossa ad abbandonare i sogni di gloria, dopo aver eliminato nell’ordine squadre blasonate quali Civitanovese, Sambenedettese, Perugia e Rimini. I quarti di finale rappresentano comunque un risultato incredibile per i ragazzi di Gianluca Dottori che per la prima volta nella storia hanno iscritto la Recanatese tra le otto formazioni migliori d’Italia. “Una stagione splendida che non può e deve essere ristretta solo al doppio confronto con L’Unione Venezia – ha dichiarato al termine del match il vice presidente e responsabile del settore giovanile della Recanatese Camilletti – E’ stata un’avventura lunga ed emozionante e devo ringraziare tutti, dall’allenatore Dottori al responsabile tecnico Virgili. E ovviamente tutti i ragazzi che hanno provato sino all’ultimo a prolungare questo sogno”. La Recanatese ha infatti sfiorato l’ennesima impresa, andando sul doppio vantaggio dopo appena quattro minuti con la doppietta di Pennacchioni. Gli arancio nero verdi hanno però risposto colpo su colpo riaddrizzando la partita con Dappolonia e Collauto. Pennacchioni riporta avanti i giallo – rossi poco prima dell’intervallo,  ma nel secondo tempo emerge il nervosismo con il direttore di gara costretto ad estrarre quattro volte il cartellino rosso. Entrambe le contendenti finiscono in nove uomini e la situazione si scalda anche sugli spalti con qualche genitore che perde la testa, macchiando con una mezza rissa quella che doveva essere una grande giornata all’insegna dello sport. “Nel secondo tempo si è giocato poco, con l’arbitro che fischiava ogni due secondi – ha detto l’attaccante arancio nero verde Bisol, un giocatore nel giro della prima squadra che ha vinto il girone C della serie D -. Un clima condizionato dal pubblico locale. Loro, comunque, si sono dimostrati una squadra forte, ma noi alla fine ci siamo guadagnati la qualificazione all’andata. E’ stata una gara davvero molto dura”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X