Franceschini: “Il modello Macerata
per battere il centrodestra
in tutta Italia”

Il presidente del Gruppo Pd alla Camera all'Abbadia di Fiastra per sostenere Pettinari e l'alleanza con l'Udc
- caricamento letture

cavallaro_amati_ruffini_pettinari_franceschini_ucchielli_broccolo_sciapichetti1-300x199

di Lucia Paciaroni

Oltre trecento persone all’incontro con l’onorevole Dario Franceschini, presidente del gruppo parlamentare Pd alla Camera, che si è tenuto questa sera all’Abbadia di Fiastra. E’ stato accolto da lunghi applausi quando ha varcato la soglia del ristorante La Foresteria, poco prima delle 22. Così come gli applausi hanno interrotto più volte il suo intervento e quello del candidato alla presidenza della Provincia di Macerata Antonio Pettinari.

“Un modello per il futuro per battere il centro destra, non solo in Provincia di Macerata, ma in tutta Italia”. Franceschini ha definito così la coalizione che appoggia Pettinari. Ed ha aggiunto: “Vogliamo voltare pagina per dare una svolta al nostro paese . Dobbiamo per questo parlare di contenuti, di programmi e mettere in campo le idee”. E’ poi passato all’attacco del Presidente del Consiglio: “Nei prossimi giorni Berlusconi tenterà un’altra operazione per scatenare uno scontro su di lui nel paese, in modo da distogliere l’attenzione dal terreno dei candidati. Ieri ha cominciato definendo i magistrati la cancrena della democrazia, mentre sono proprio loro che lavorano per far rispettare il principio secondo il quale la legge è uguale per tutti, che lui vede come la legge è uguale per tutti tranne che per i potenti e per il Presidente del Consiglio. Oggi ha parlato di guerra civile e siamo solo a domenica. Cercherà in tutti i modi di distogliere l’attenzione dal voto”.

tavolo2-300x183

E ha continuato: “Chiediamo agli elettori di centro destra che hanno votato Berlusconi, la Lega, di provare a fare un bilancio. E’ un bilancio fallimentare del disegno politico e delle azioni di governo. Non sono riusciti a fare nulla e hanno tradito le aspettative degli elettori su quei terreni su cui hanno basato la raccolta di consensi, pensiamo a promesse come meno tasse, più sicurezza, su quest’ultimo punto l’unica cosa fatta è stata quell’idiozia delle ronde e togliere soldi a polizia e carabinieri”. Franceschini ha affrontato anche il tema dell’immigrazione: “Sull’immigrazione sono stati capaci solo di alimentare le paure. Era prevedibile quanto accaduto e non sono stati in grado di far fronte alla situazione, ma l’hanno gestita con dilettantismo”.

Secondo Franceschini “l’Italia ha bisogno di una stagione di ricostruzione” e “dopo il berlusconismo vedremo in  maniera molto più chiara una montagna di macerie e ci sarà bisogno di un grande lavoro di ricostruzione. Per questo c’è bisogno di un’alleanza più larga possibile. La vittoria in Provincia di Macerata è importante non solo per voi che vivete qui, ma per quello che dovremo fare per rimettere in piedi il Paese”.

saluti1-300x183

Presenti al tavolo, oltre al candidato alla presidenza Pettinari, anche l’onorevole Mario Cavallaro, la senatrice Silvana Amati, il segretario regionale del Pd Palmiro Ucchielli, i consiglieri regionali Francesco Comi e Angelo Sciapichetti, il segretario provinciale del Pd Roberto Broccolo e il sindaco di Tolentino Luciano Ruffini.

“Dialogare con tante persone di diverse realtà rappresenta il modo di fare campagna elettorale che vogliamo – ha detto Pettinari – All’inizio i miei dubbi erano se, con il candidarmi, sarei riuscito a sostenere una coalizione così importante, oggi mi sento sereno. Siamo una coalizione che sostiene l’amministrazione regionale e che porta avanti valori come il lavoro, la tutela del reddito, quella del sociale e dei giovani, partendo proprio dal programma della Regione, integrandolo con le questioni locali”. Un grande applauso ha interrotto il suo discorso quando ha detto: “Chi guida il paese non può calpestare le istituzioni e cancellare principi inviolabili e sacri della Costituzione”.

sala22-300x199

Più volte Pettinari ha ribadito che “dobbiamo avere speranza per cambiare anche a livello nazionale. Dobbiamo andare a votare non solo per continuare questa esperienza della Regione, ma anche per introdurre in Provincia un governo vicino alle persone”. Si è poi soffermato sul tema dell’alluvione: “Il Governo ha gentilmente concesso alle Marche solo la possibilità di aumentare le tasse e noi stiamo manifestando contro tutto questo e continueremo a farlo”. Ha poi chiuso il suo intervento dicendo: “E’ necessario andare a votare per dare futuro e speranza al Paese, dando il ben servito a quel signore che dovrebbe fare un altro mestiere”.

comi_pettinari_franceschini_ucchielli

franceschini1-300x199

arrivofranceschini

 

sala

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X