Csi Recanati a Numana per vincere
Patron Frenquelli: “La squadra è viva”

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
CSI20102011-foto-squadra-2010-2011-300x225

La formazione del Csi Recanati

di Mauro Nardi

Due partite assolutamente da vincere. Il Csi Recanati si appresta ad affrontare gli ultimi 180 minuti di campionato con l’obiettivo di raccogliere bottino pieno contro Nuova Sirolese e Aries Trodica. Quart’ultima in graduatoria con quattro lunghezze di ritardo dalla zona salvezza, la truppa di Giuseppe Lorenzini non può assolutamente fallire questi ultimi due round della Seconda categoria girone E. “Dobbiamo vincerle entrambe se vogliamo mantenere accesa la speranza di raggiungere la salvezza diretta, a partire da quella di domani a Numana – dice Romano Frenquelli, presidente dei giallo verdi – non sarà un compito facile perché la situazione in fondo alla classifica è ancora tutta da scrivere e anche la Nuova Sirolese non può ancora ritenersi in salvo. Questi novanta minuti saranno comunque determinanti per delineare la situazione, anche alla luce di altri scontri diretti che sono in programma domani pomeriggio”. Ma al di la dei risultati che matureranno sugli altri campi, l’undici leopardiano non può permettersi passi falsi. “Per noi la situazione è drammatica in quanto saremo chiamati a vincere anche l’ultimo scontro con l’Aries Trodica, che fortunatamente disputeremo in casa – continua il presidente – avremo una settimana in piu per prepararla, visto che in mezzo c’è la sosta per le festività pasquali. Sono abbastanza fiducioso, la squadra l’ho vista viva e combattiva anche se a volte soffre di qualche amnesia“. A preoccupare negli ultimi incontri la tenuta difensiva, con dieci gol incassati complessivamente contro Helvia Recina, Ediartis Cingvlvm e Real Cameranese. “Come ripeto a volte la squadra accusa dei momenti di crisi, pochi minuti di black out che pesano sull’economia della partita – conclude Frenquelli – E’ successo così sia con l’Helvia Recina che con la Real Cameranese, con un inizio secondo tempo da brivido. In pochi minuti abbiamo incassato dei gol incredibili, minando di conseguenza le buone prestazioni che in verità non sono mai mancate. Ma ad essere sinceri la fortuna in certe situazioni ci ha girato le spalle”. Domani, per l’ultima trasferta della stagione, mancheranno Ibershimi, Bovetti e Cipolletta. Tutti e tre sono stati fermati per una giornata dalla giustizia sportiva. La curiosità su questo match è rappresentata dalla presenza in panchina di due vecchi compagni di squadra. Giuseppe Lorenzini in quella leopardiana e Vincenzo Scaringi in quella sirolese. Entrambi hanno giocato alla Recanatese a cavallo tra gli anni ’80 e ’90, nella prima storica avventura in serie D.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X