L’Ancona è troppo forte
Sangiustese travolta in casa

ECCELLENZA - I dorici vincono 4 a 1 (doppietta dell'ex Adami)
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
sangiustese_maceratese_11-300x212

Per i tifosi della Sangiustese la speranza di conquistare la salvezza è ormai ridotta allo zero

 

di Tommaso Venturini

Esordio amaro come era nelle previsioni per Franco Falcetta sulla panchina della Sangiustese, sconfitta (1-4) dalla capolista Ancona al termine di un match che ha avuto storia praticamente solo nei primi 9 minuti, fino al gol del vantaggio della formazione dorica, che poi ha chiuso i conti alla fine del primo tempo, terminato con il punteggio di 3-0, prima di amministrare nella ripresa il ritorno comunque volenteroso dei ragazzi rossoblù. Per la Sangiustese una sconfitta ampiamente prevedibile  che riduce davvero al lumicino le speranze di raggiungere la zona play-out per giocarsi una salvezza a dir la verità già compromessa a dicembre, dopo lo svincolo di tutta la rosa a disposizione di Matteo Marcaccio.

Cronaca. Il match sin dai primi minuti vede la supremazia della capolista che dall’alto della sua esperienza e della sua indubbia qualità in ogni zona del campo cerca di mettere alle corde la formazione di Falcetta. Al 9’ al primo vero affondo l’Ancona passa in vantaggio: azione d’angolo che vede la difesa rossoblù un po’ disattenta e Malaventa di testa mette dentro facilmente per il gol dello 0-1. La Sangiustese colpita a freddo prova una timida reazione con un destro di Lattanzi dalla distanza che termina al lato, ma al 14’ la formazione dorica raddoppia con Adami (ex di turno così come Arcolai e Recchi), che raccoglie un preciso cross dalla sinistra di uno scatenato Nardini e di testa tocca di quanto basta per battere Palmieri. La formazione rossoblù non riesce a reagire e subisce le azioni in velocità dell’Ancona, in pieno controllo del match già dopo il primo quarto di match. Al 34’ spunto di Nardini, che supera Atitallah e con il sinistro calcia al lato. Al 40’ il gol che chiude definitivamente il match: Ionni imbecca con un preciso lancio Genchi, che si libera (forse fallosamente) di Traini, aggancia di sinistro e d’esterno supera per la terza volta un incolpevole Palmieri. Nella ripresa pura accademia per la formazione di Lelli che gestisce il gioco senza voler ulteriormente colpire una Sangiustese ormai alle corde. Al 19’ l’unico spunto della partita di Allegretti, che aggancia perfettamente in area, supera Malaventa e batte con il destro, ma Recchi è attento e respinge con i pugni in angolo. Sul seguente l’arbitro vede una trattenuta in area di Arcolai su Allegretti e assegna il penalty: Croceri calcia perfettamente a mezza altezza e spiazza Recchi per il gol della bandiera rossoblù. Al 33’ c’è tempo per la doppietta di Adami, che di testa raccoglie la sponda di Arcolai e deposita facilmente in rete. Due minuti più tardi Falcetta viene allontanato dal campo dall’arbitro per proteste: per l’allenatore osimano una prima davvero da dimenticare.

Al termine dell’incontro lo stesso Falcetta cerca di giustificare la sua espulsione. “Avevo detto soltanto ai miei giocatori di stare zitti e non protestare per il fuorigioco non segnalato sull’azione che ha portato al loro quarto gol – ha ammesso – ma evidentemente l’assistente dell’arbitro ha capito male”. Sulla partita il neo tecnico è laconico. “Ancona troppo più forte di noi, giusta la sconfitta, anche se nella ripresa ho visto delle buone cose da parte dei ragazzi. I play-out? Sono qui per raggiungerli e portare la Sangiustese alla salvezza”.

***

Sangiutese (4-3-3): Palmieri, Atitallah, Coccia, Temperini, Traini (46’ De Santis), Croceri, Lattanzi, Coppini, Allegretti (73’ Scotucci), Pomiro (53’ Sanniola), Montanari. A disp (Luciani, Guardiani, Corradini, Smerilli). All. Falcetta.

Ancona (4-4-2): Recchi, Pasqualicchio (80’ Giovagnoli), Belelli, Bertozzini, Arcolai, Malavenda, Santoni, Ionni (60’ Cercaci), Genchi (63’ Faieta), Adami, Nardini. A disp (Angiolani, Cellottini, Marchegiani, Ceremona). All. Lelli. Arbitro: Robilotta di San Consilina.

Reti: 9’ Malavenda, 14’ e 78’ Adami, 40’ Genchi, 65’ rig. Croceri. Ammoniti: Ionni, Adami. Calci d’angolo: 6-2 per l’Ancona. Spettatori: 600 circa di cui 300 circa provenienti da Ancona.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X