Armato di pistola
rapina 3000 euro
al Lidl di Corridonia

L'ennesimo colpo è stato messo a segno mentre il negozio stava chiudendo. Sotto choc la giovane cassiera
- caricamento letture

Rapina_Lidl_21Dic2010-300x225

di Roberto Scorcella

“Dammi i soldi”: con queste tre parole stasera intorno alle 20 un uomo a volto coperto e armato di pistola è entrato nel supermercato Lidl di Corridonia in via San Giuseppe. E’ l’ennesima rapina che viene messa a segno nelle ultime settimane in zona e stavolta ha fruttato al malvivente, o ai malviventi, un bottino di circa 3000 euro. Ai rapinatori è andata bene: invece di trovarsi di fronte esercenti ben attrezzati e capaci di reagire, in questo caso nel negozio hanno trovato solo una cassiera ventenne che, choccata, non ha potuto far altro che assecondare l’ordine ricevuto dal malvivente e consegnargli il denaro. Non è escluso che fuori dal supermercato, ad attendere il rapinatore, ci fosse un palo ad attenderlo. Di certo c’è che dopo aver afferrato il bottino, l’uomo a volto coperto è scappato a piedi facendo perdere le proprie tracce. Inutili, fino a questo momento, le ricerche messe in atto dai carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Macerata e della Stazione di Corridonia. Probabilmente il malvivente, insieme al probabile complice, sono fuggiti a piedi per andare poi a recuperare un’auto lasciata parcheggiata non troppo distante. La ragazza rapinata non è stata in grado di riferire agli inquirenti se la pistola fosse vera o giocattolo e se il rapinatore fosse italiano o straniero. Da quanto ha dichiarato, però, sembra possibile che si tratti di un italiano in quanto nelle tre parole pronunciate la ragazza non ha notato accenti particolari. I militari hanno raccolto sul posto anche i rilievi dattiloscopici alla ricerca di impronte digitali che possano agevolare le indagini, attualmente molto difficili in quanto il negozio rapinato non dispone di telecamere interne per la videosorveglianza. Non ci sono neanche testimoni: la zona periferica e l’orario sono stati sicuramente buoni alleati dei rapinatori.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X