Helvia Recina a tutto gas
Convincono Caldarola e Settempeda

IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI SECONDA CATEGORIA
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

L'attaccante dell'Helvia Recina Tar Boukal

di Federico Bettucci

Primo week end di febbraio nei campionati di Seconda categoria. Nel girone E la battistrada Helvia Recina continua a marciare spedita. A Villa Potenza l’Ediartis Cingvlum è battuto in maniera agevole per 4-1, con reti di Agnetti (due volte), Bracaccini e Carnevali. Il match era già andato in archivio dopo 25 minuti, con gli ospiti sotto 3-0, rimasti successivamente in inferiorità numerica per il rosso a Mazzieri, per i quali segna il gol della bandiera Fortunato. Quinta vittoria di seguito per l’Helvia Recina, 49 punti in 20 gare e più tre sulla seconda, il Villa Musone. Hanno decisamente rallentato Appignanese e Casette Verdini. La prima fa 1-1 a Trodica contro l’Aries (marcatori il solito Alessandrini per i locali e Angeloni per gli ospiti) cogliendo il primo punticino dopo due ko, la seconda viene sconfitta a sorpresa nella tana del Real Porto per 1-0 e viene anche ripresa in graduatoria dalla Real Cameranese. Il Csi Recanati, al quale non basta la doppietta di un super Ibershimi, ne prende 4 davanti al proprio pubblico contro la Nuova Folgore, e la situazione di classifica rimane deficitaria, per usare un eufemismo. Drammatiche anche le posizioni di Junior Portorecanati e Acm Sambucheto. I rivieraschi (De Pasquale e Cappella) si arrendono solo di misura: 3-2 il finale in favore della Nuova Sirolese. La cenerentola del raggruppamento arriva a 50 reti incassate (2,5 ad incontro) andando a registrare la decima disfatta in undici trasferte nel fortino del Villa Musone (1-5). Nel girone F Settempeda e Caldarola vincono e non tradiscono le attese. Considerando anche il blitz di quest’ultima a Muccia nella giornata odierna (di cui parleremo domani), per entrambe sono 40 punti in 20 gare, perfetta media inglese e stesso numero di vittorie, pareggi e sconfitte. Saranno le due nobili decadute a contendersi lo scettro nell’ultimo terzo di campionato. Domenica, intanto, andrà in scena lo scontro diretto attesissimo che varrà molto di più dei tre punti in palio. A San Severino Marche, contro l’Urbisalviense, decide Tiranti con un beffardo colpo di testa che termina la sua traiettoria sotto l’incrocio dei pali. A Corridonia il Caldarola conferma di poter disporre di un attacco favoloso: con i 4 rifilati agli Amatori, fanno 42 gol, 8 in più della Settempeda. A segno per la formazione di Mora vanno Del Medico, Fede, Granollers e Arifi; ai padroni di casa non bastano Poggi e Bianchi. Il Serralta vede svanire all’ultimo respiro due punti fondamentali sul terreno della Palombese, che in extremis con Camacci agguanta il 2-2 su calcio di rigore. In precedenza gli uomini di Biciuffi, con Natali (piattone al volo ad inizio ripresa, dopo che a fine primo tempo aveva sparato alto un penalty) e Maccioni (punizione a girare da applausi), avevano rimontato e superato la Palombese, portatasi avanti con l’altra rete di Camacci. Tre espulsi e 1-1 a Muccia tra i locali ed i Giovani Tolentino in un incontro incandescente: Ferioli e Maccari finiscono sul tabellino dei marcatori, Brusciotti, D’Ascenzo e Misici Falzi finiscono sotto la doccia in anticipo. Torna alla vittoria il Sarnano dopo un mese, riscattando la figuraccia di Caldarola, e lo fa contro un’altra “big”, vale a dire la mai continua Folgore Castelraimondo. In vantaggio con Leonelli, la truppa di Ortolani incassa i gol di Galloppa e Ferranti (uno per tempo) e la sesta debacle esterna (solo la Nuova Dimensione ha fatto peggio): occorre fare di più per mantenere la quinta piazza. Proprio l’ultimo posto utile per i playoff è minacciato dal Sarnano e dal San Claudio, 1-1 al Ciarapica contro lo Juve Club: a Tarquini risponde Stortoni ad inizio secondo tempo. Belfortese-Pievebovigliana termina 2-2. Ospiti super in avvio con Graziosi e Vrioni, la rabbia della formazione locale porta alla rimonta nella ripresa, che matura per merito di Pieroni e Ciocchetti. Meglio tardi che mai: l’Elfa Tolentino, a secco di successi dal 27 novembre, batte 4-2 la Nuova Dimensione con doppietta di Bentivogli (il primo è il gol dell’anno, un siluro da 35 metri abbondanti che butta giù la porta), e timbri di Battellini e Lorenzi, quest’ultimo su calcio di rigore procurato da Feliziani. Nel girone G, infine Villa 2003-Firmum 3-0 (Forestieri, Toscana e Peroni) e Due Emme-Telusiano 4-2.

IL PERSONAGGIO DELLA SETTIMANA IN SECONDA CATEGORIA: Matteo Bentivogli (Elfa Tolentino). A lungo ai box per infortunio (quasi due mesi), torna per risollevare le sorti della sua squadra, che non conosce il dolce sapore della vittoria, guarda caso, da più di due mesi. Due reti (la prima da cineteca), un assist nel momento più difficile della partita e un’ammonizione quando, giustamente, sfoga tutta la rabbia che ha in corpo togliendosi la maglia. L’Elfa 4 gol in un incontro non li aveva mai realizzati. Protagonista.

LA FORMAZIONE DELLA SETTIMANA IN SECONDA CATEGORIA:

1 – Marziali (Settempeda)
2 – Galloppa (Sarnano)
3 – Battellini (Elfa Tolentino)
4 – Angeloni (Appignanese)
5 – Lorenzi (Elfa Tolentino)
6 – Maccioni (Serralta)
7 – Ibershimi (Csi Recanati)
8 – Del Medico (Caldarola)
9 – Agnetti (Helvia Recina)
10 – Bentivogli (Elfa Tolentino)
11 – Camacci (Palombese)
Allenatore: Mora (Caldarola)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X