Bertini portiere goleador
Ingordo Caldarola, sei gol realizzati

IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI SECONDA CATEGORIA
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
settempeda1-300x169

La formazione della Settempeda capolista del girone F

di Federico Bettucci

Sempre più Helvia Recina. La settimana passata l’irruzione in vetta, sabato la mini-fuga solitaria. Come da pronostico, la neo capolista espugna Portorecanati e si porta a più 3 sul Villa Musone, sconfitto da Di Gioia, ehm, scusate, dal Casette Verdini. Partendo, giustamente, dalla prima in classifica, certo la tana dello Junior non era un fortino inespugnabile (5 sconfitte interne compresa l’ultima, al pari dell’Ediartis Cingvlum), ma mai dare nulla per scontato, si veda più sotto l’Appignanese. L’Helvia Recina si impone 2-1: decidono Pollastrelli dopo venti minuti e Carnevali (migliore in campo) al quarto d’ora della ripresa, appena 4 minuti dopo aver rilevato Agnetti. Nelle battute conclusive del primo tempo c’era stato il provvisorio pareggio di Sarasibar per lo Junior Portorecanati, ora penultimo in solitaria. Un fantastico ed intramontabile Peppe Di Gioia affonda il Villa Musone, che in casa del Casette Verdini cede 3-2. Il folletto di casa con la maglia numero 9 mette a segno una tripletta memorabile (una rete nel primo e due nel secondo tempo, con poker sfiorato nel finale) che rilancia seriamente la sua squadra. Sarà la svolta che permetterà alla compagine di Ruffini di tornare a marciare spedita come nel girone di andata? Per ora la prima e la seconda piazza distano rispettivamente 8 e 5 lunghezze. Nel frattempo al terzo posto è agganciata l’Appignanese, che, contro ogni più pessimistica aspettativa, perde l’imbattibilità casalinga che durava da tre anni nello 0-1 interno con l’Ediartis Cingvlum firmato Matteo Penna. I cingolani (terzo blitz esterno stagionale) sono ora a 2 punti dalla salvezza diretta e con un match da recuperare; per l’Appignanese si tratta della seconda sconfitta consecutiva. Un’altra battuta d’arresto è quella dell’Aries Trodica, che interrompe una striscia positiva che durava da 4 turni. Nella sconfitta per 2-0 in casa della Nuova Folgore il primo tempo è decisamente sfortunato: Torresi, protagonista lo scorso week end, fallisce un rigore e successivamente l’Aries è fermato anche dal palo. Nella ripresa giungono le marcature avversarie. Clamoroso Csi Recanati: in svantaggio 3-1 sul campo dell’Atletico Ancona in una delicata sfida salvezza, rimonta acciuffando il 3-3 al 94′, in inferiorità numerica, con una rete del proprio portiere Bertini. Questi, nell’incontro in questione non impeccabile tra i pali ma decisivo in zona gol, batte una punizione rasoterra tesa che inganna la retroguardia avversaria, beffata anche da un velo di Finelli. La palla si insacca, è il pareggio del Csi, eroe per un giorno è il portiere. Le altre due reti dei leopardiani erano state messe a segno da un super Montironi. In caduta libera l’Acm Sambucheto, 0-4 in casa con la Real Cameranese. Sabato Helvia Recina-Ediartis Cingvlum, Aries Trodica-Appignanese e Real Porto-Casette Verdini. Nel girone F marciano sicure le prime 3. La Settempeda ha 3 punti sul Caldarola e 4 sul Serralta, ma queste due formazioni devono recuperare una gara: incertezza in vetta. Di sicuro ci sono i gol: 4 quelli della formazione di Sordoni, addirittura 6 quelli messi nel sacco dalla squadra di Mora, pur priva di Armellini. La Settempeda piega 4-2 il Muccia cogliendo la terza vittoria consecutiva. Dopo 20 minuti Castelli dalla destra serve Magnani che insacca; appena un minuto dopo un pregevole destro al volo di Arigoni vale il raddoppio; dopo aver clamorosamente sfiorato il 3-0 con Magnani e Castelli, i padroni di casa incassano la rete di Brusciotti che accorcia le distanze, tenendo così incerta la contesa. Nella ripresa ancora Magnani fa 3-1 sottomisura, ma un coriaceo Muccia si rifà sotto di nuovo, ancora con Brusciotti dopo una respinta di Marziali su tiro di Mendez. La parola fine la mette Tiranti in pieno recupero, dopo che la quarta rete era stata sfiorata in diversi frangenti. Il giorno successivo risponde il Caldarola: il Sarnano è affossato con 6 reti, divise equamente per ogni frazione. A segno Ciarlantini (tiro dal limite), Fede (assist di Grasselli), Granollers su rigore, ancora Fede, imitato nuovamente da Granollers, ed autorete di Achilli. Il Serralta dal canto suo espugna l’ostico campo della Nuova Dimensione, malgrado le assenze di Gigli Valerio e Maccioni, squalificati, con un punteggio all’inglese sancito da un’autorete in avvio e da un preciso pallonetto di Castricini, servito da Piersantelli, a metà ripresa. E’ 1-1 nel derby di Tolentino tra Giovani ed Elfa. Decisivi due episodi, entrambi contestati. Nel primo tempo il numero 1 Sciapichetti colpisce la sfera con la mano fuori area e viene espulso; Vagni dal limite, potente e preciso, mette dentro la punizione susseguente. Nel secondo tempo, nonostante l’inferiorità numerica, i Giovani premono di più e trovano il pari su calcio di rigore. Fallo di mano di Bettucci e Muscolini fa centro dagli undici metri con il cucchiaio. Prosegue il momento sì della Folgore Castelraimondo (Di Lupidio, Biordi e Lezzerini) che batte in rimonta 3-1 la Belfortese (in vantaggio con Rocci). Netto 3-0 del San Claudio alla Palombese, con gol di Principi, Giustozzi e Stefano Dalloro. Nell’altra appendice domenicale l’Urbisalviense supera 2-0 lo Juve Club con due rigori nel primo tempo: sul tabellino dei marcatori Ferranti e Carradori. Rinviata Pievebovigliana-Amatori Corridonia. Nella prossima giornata Settempeda-Urbisalviense e Amatori Corridonia-Caldarola tra le gare da segnalare.

IL PERSONAGGIO DELLA SETTIMANA: Giuseppe Di Gioia (Casette Verdini). Arriva la prima in classifica e il Casette è in crisi. Allora ci pensa lui, che sigla uno strepitoso hat-trick e si porta a casa il pallone. Il Casette non vinceva dall’11 dicembre, il periodo buio è interrotto grazie al piccolo grande bomber. Immenso.

LA FORMAZIONE DELLA SETTIMANA IN SECONDA CATEGORIA:

1 – Bertini (Csi Recanati)
2 – Vagni (Elfa Tolentino)
3 – Di Lupidio (Folgore Castelraimondo)
4 – Granollers (Caldarola)
5 – Penna (Ediartis Cingvlum)
6 – Ciarlantini (Caldarola)
7 – Di Gioia (Casette Verdini)
8 – Pollastrelli (Helvia Recina)
9 – Carnevali (Helvia Recina)
10 – Montironi (Csi Recanati)
11 – Magnani (Settempeda)
Allenatore: Ruffini (Casette Verdini)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X