Lube, viaggiare fa bene
Verona sconfitta 3 a 1

VOLLEY A1- Biancorossi capaci di rimontare da 8-2 nel quarto set andando a vincere 25-18. Conte e Omrcen i migliori
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Conte-Attacca

Un attacco vincente di Facundo Conte

da Verona

Andrea Busiello

Mentre l’Inter di Benitez cade al Bentegodi contro il Chievo, la Macerata del volley espugna Verona con il successo, ampiamente meritato, dei biancorossi di coach Berruto contro la formazione scaligera. Una Lube formato super espugna il Pala Olimpia di Verona con il punteggio di 3-1 (25-23, 23-25, 25-19, 25-18) al termine di una gara giocata su buoni livelli dai biancorossi. Strepitosa la rimonta del quarto set dove i biancorossi erano sotto 8-2 e dopo aver pareggiato a quota 16 sono scappati via e vinto 25-18 il quarto ed ultimo set. Una vittoria che sa di squadra, di gruppo, di gente che ha voglia di mettersi in discussione dalla prima all’ultima palla. Una grande Lube. Ma andiamo alla cronaca. Nel primo set Lube subito avanti 7-3 con Omrcen, Savani sigla il 10-7. Biancorossi che mantengono il parziale in mano con l’ace di Conte (15-11) e contengono la rimonta scaligera con Lasko protagonista. A quota 18 si tocca la parità con il guizzo di Pajenk, Conte porta i suoi sul 23-21 e poi ci pensa Omrcen (10 punti nel set per lui) a chiudere il set 25-23. Secondo set che si gioca sul filo dell’equilibrio con Verona avanti 11-9, la Lube arriva fino al 12-11 in proprio favore prima di un lungo testa a testa finale che premia la compagine locale con il servizio di Omrcen che termina in rete: 25-23 il finale ed 1-1 nel computo dei parziali. Nel terzo set apparte l’equilibrio iniziale (Omrcen, 5-5) Verona non riesce a stare dietro ai più quotati avversari che vanno 13-10 con l’ace di Omrcen e 18-14 con l’attacco vincente di Conte. Il finale di set è una formalità per i biancorossi che alla fine chiudono 25-19 con l’ultimo punto di Savani.

Muro-Lube

Il muro della Lube contrasta l'attacco veronese

Nel quarto set partenza fulminea dei locali che volano addirittura sull’8-2 (giallo per Berruto) ma la Lube non demorde e con il servizio di Omrcen fa sfracelli e si porta in parità a quota 9, dopodichè è un dominio assoluto di una grandissima Lube che trova di nuovo la parità a quota 16 e poi scappa via con gli aces di Savani ed il muro finale di Conte che vale il 25-18 ed i tre punti per i biancorossi. Successo limpido e meritato, possiamo dire che questa è sicuramente una grande Lube.

***

LE PAGELLE DEI BIANCOROSSI

SAVANI: 6.5 Non gioca una grandissima partita ma nei momenti chiave risponde presente e si fa trovare pronto all’appuntamento. I suoi 2 ace nel finale spezzano l’equilibrio della gara.

PAPARONI: 7 Ennesima prova da libero consumato. Sbaglia solo in una circostanza ma padroneggia nel ruolo in maniera davvero esemplare. Una sicurezza.

VERMIGLIO: 7 Gestisce bene il gioco con le sue bocche da fuoco. Non va mai in affanno, è un gran campione poco da dire.

CONTE: 8 In ricezione fatica, ma al servizio ed in attacco è qualcosa di strepitoso. Chiude con 16 punti, frutto anche di 3 ace, ed in attacco il suo score recita un 64% di positività eccellente.

STANKOVIC: 7 Regolare come sempre. Quando gli si da la palla spesso la mette in terra, a muro si fa sentire in tutte le maniere e non a caso ne firma 4.

CACCHIARELLI: Sv. Solo 1 ricezione per lui (tra l’altro buona).

OMRCEN: 8 Il migliore in campo al pari di Conte. In attacco è una mano pesante e per lui ci sono anche servizi sempre positivi. 24 punti il suo score: nella norma di un grande giocatore quale lo è Igor.

PODRASCANIN: 7.5 E’ il miglior muratore della Lube (ne piazza 5) ed in attacco è presente. Meglio di così? Difficile.

Lasko

Lasko contro il muro della Lube



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X