La Civitanovese si prepara per il derby contro la Jesina

Rossoblù chiamati al successo dopo alcune prove scialbe
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
noschese_michael

Michael Noschese, atleta della Civitanovese

di Emanuele Trementozzi

La decisione del prefetto di Macerata, Vittorio Piscitelli, ha alimentato questi giorni che precedono il derby di domenica prossima tra Civitanovese e Jesina. Il D.S. civitanovese Fabrizio Cabrini ha chiaramente fatto intendere che queste decisioni rischiano di uccidere il movimento e di spegnere gli entusiasmi ancora legati a questo sport. Fatto sta chi è stata vietata la trasferta ai tifosi jesini e gli unici tagliandi a disposizione sono a favore dei residenti sul territorio civitanovese. Detto questo particolare importante che ha “scaldato” l’ambiente in attesa delle 15 di domenica, orario del fischio iniziale, la Civitanovese è alla ricerca della vittoria che manca ormai da tre giornate. Bojano, Recanatese e Atletico Trivento hanno portato solamente tre pareggi, ma la prestazione di domenica in terra molisana ha lasciato ben sperare per il proseguo del campionato. Intercettato l’esterno Noschese, prima dell’inizio dell’odierna seduta di allenamento delle 14 e 30, ci ha confidato come la squadra sia tornata da Trivento convinta delle proprie possibilità. Unico neo da risolvere in fretta i troppi gol presi da calci piazzati. Per il resto la formazione di mister Paciotti ha prodotto molto a Trivento, nella seconda frazione ha schiacciato i padroni di casa e con più convinzione avrebbe portato la vittoria. C’è dunque la giusta carica in attesa del derby di domenica, dove non sarà protagonista suo malgrado Serrapica. Il capitano infatti dovrà restare fermo in seguito al suo infortunio e non sono ancora noti i tempi di recupero; assenza cui purtroppo i supporter rossoblu si stanno abituando e che sperano si prolunghi il meno possibile. La Jesina in questa stagione ha già espugnato il polisportivo per una rete a zero il 29 agosto nella gara di Coppa Italia, per cui è una formazione da prendere con le molle e che venderà cara la pelle nonostante l’assenza dei suoi tifosi. I rossoblu dovranno invece tornare necessariamente ai tre punti per mantenere il contatto con la vetta e rilanciare le ambizioni appannate nelle ultime uscite.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X