Momento critico per l’Elfa Tolentino
Mancini al posto di Bernabei

SECONDA CATEGORIA - Cambio al timone della squadra. Domani trasferta a Montegranaro
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Mister-Bernabei

Mister Fabrizio Bernabei ha rassegnato le dimissioni in casa Elfa Tolentino

di Simone Caraceni

Dopo sole quattro partite di campionato ed una di Coppa Marche, al timone dell’Elfa Tolentino non c’è più Fabrizio Bernabei. Due anni fa la brillante annata che portò ad un sesto posto finale con 43 punti, ora le dimissioni, rassegnate al termine della sonante sconfitta patita nella “stracittadina” contro i Giovani Tolentino di sabato scorso e accettate dalla società nella stessa serata di sabato. Il bilancio delle prime quattro gare del torneo di seconda categoria è sicuramente insoddisfacente sia in termini di risultati e punti ottenuti anzitutto, che di prestazioni. Nei primi due incontri erano arrivati due pareggi, diversissimi tra loro, contro Urbisaglia e Caldarola: un pari acciuffato in zona Cesarini grazie a un’inzuccata di Bentivogli ed un altro ad occhiali tra le mura amiche con moltissime recriminazioni, vista la superiorità numerica protrattasi per settanta minuti. Le difficoltà maggiori della compagine tolentinate sono poi emerse in maniera “terribile” nelle altre due gare e, complice un pò di sfortuna, un’Elfa a tratti sfiduciata e con poca cattiveria agonistica incassa due pesanti ko rispettivamente in quel di Castelraimondo e nel già citato derby, subendo ben sette reti e realizzandone appena una. Mister Bernabei ha preferito così farsi da parte assumendosi le maggiori responsabilità dell’avvio stentato della squadra, ma è fuori discussione che le colpe sono di tutti, a partire dai giocatori che vanno in campo. Il nuovo allenatore è tutto fuorchè una faccia nuova nell’ambiente, stiamo parlando di Enrico Mancini che torna a guidare l’Elfa dopo due stagioni. Ormai navigatissimo in questa categoria, sfogliando l’album dei ricordi ecco la splendida annata 2006/2007 quando, oltre ogni più rosea previsione, portò la sua squadra in finale play off dopo un campionato nel quale aveva lottato per la vittoria fino alla penultima giornata. I pilastri ed i giocatori simbolo di quella stagione vestono per la maggior parte ancora la stessa maglia, e sicuramente trovando il giusto amalgama e la caparbietà necessaria, la squadra tolentinate può tirarsi fuori dai bassifondi della graduatoria e conquistare una tranquilla salvezza e, perchè no, anche qualcosina in più. Una cosa è certa, l’ottimismo non manca nello spogliatoio e, guardando all’immediato futuro, ecco subito una trasferta insidiosa a Montegranaro contro la Nuova Dimensione, formazione che vanta lo stesso numero di punti dell’Elfa, che ha il primato negativo provvisorio di difesa più bucata  ma un attacco alquanto prolifico in cui spiccano Cernetti e Renna. Gita fuori porta molto rischiosa ed occasione di riscatto immediato allo stesso tempo quindi per i ragazzi di Mancini, che deve fare i conti con l’emergenza infortuni, dopo che in settimana Sampaolo (svariati punti di sutura al labbro inferiore) e Bussolotto (caviglia malconcia) sono usciti con le ossa rotte dalla gara di Coppa Marche contro la Belfortese, conclusasi in parità, e si sono aggiunti ai vari Domizi, Feliziani, Gattari e Vagni, per non parlare della squalifica di capitan Paciaroni Daniele e del febbricitante Tiberi in dubbio. Domani il tappeto verde emetterà già le sue prime sentenze per la nuova era Mancini.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X