Recanatese, il ds Gianfelici non fa drammi:
“Nulla da rimproverare alla squadra”

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Daniele-Gianfelici

di Mauro Nardi

“E’ stata una gara condizionata da un episodio, con un pizzico di maggiore fortuna saremmo usciti dal Carotti con almeno un punto”. Daniele Gianfelici apostrofa con queste parole l’amaro esordio della Recanatese nel campionato di serie D. Il direttore sportivo giallo – rosso commenta con un pizzico di rammarico la sconfitta maturata sul campo della Jesina, abile nel capitalizzare al massimo un calcio di punizione trasformato da Negro dopo appena otto minuti di gioco. “Poco prima di incassare lo svantaggio il loro portiere ha effettuato due importanti interventi, negandoci il gol – dice il ds – e anche nel finale si è opposto da campione salvando il risultato. Sinceramente non si può rimproverare nulla alla squadra che ha lottato su ogni pallone tenendo quasi sempre in mano il pallino del gioco. La Jesina, al di la della punizione vincente, non ha portato altri pericoli alla nostra retroguardia se non nel finale quando ci siamo esposti ai suoi contropiedi”. Nessun campanello d’allarme quindi in casa leopardiana, anche perchè non mancano le attenuanti. Dall’impossibilità di schierare Nicola Moretti che doveva scontare una vecchia squalifica, alla condizione fisica ancora precaria di alcuni uomini che dovranno fare la differenza come il neo acquisto Mauro Basilico. “Ovviamente non è ancora al top della condizione, visto che si allena con la squadra da poco più di una settimana – continua Gianfelici – gli allenatori e lo staff tecnico lavoreranno per consentirgli quanto prima di avere la migliore condizione. Con il passare delle settimane migliorerà anche l’intesa con i compagni e presto potremo apprezzare le sue qualità, speriamo a partire dall’incontro casalingo di domenica con il Bojano nel quale siamo chiamati a muovere la classifica”. Non preoccupano nel frattempo le condizioni di Torregiani, uscito alla mezz’ora di gioco dopo un colpo alla testa causato da uno scontro fortuito con un avversario. Gli accertamenti hanno escluso complicazioni e il giovane difensore resterà precauzionalmente a riposo in attesa del via libera da parte dello staff medico. Resta comunque fortemente in dubbio la sua presenza per domenica pomeriggio contro l’undici molisano.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



Donazioni
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X