La grana dei debiti pregressi
preoccupa la Maceratese:
“Ma l’iscrizione non è a rischio”

Il patron Massimo Paci: "Mi aspettavo di pagare una cifra quattro volte inferiore"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

di Andrea Busiello

Una nube tossica si abbatte sulla Maceratese. Non è in pericolo l’iscrizione al prossimo campionato ma la cifra che è stata richiesta per sanare i debiti della gestione Ulissi, quella del fallimento per intenderci, è di ben quattro volte superiore a quella che in società ci si attendeva di pagare. Patron Massimo Paci (nella foto) è deluso ed amareggiato per questa tortuosa vicenda: “Sapevamo che avremmo dovuto pagare le pendenze della vecchia gestione ma l’idea era quella di una cifra quattro volte inferiore a quella che ci è stata richiesta “. Paci è un fiume in piena e ci spiega come stanno le cose : “Allo stato attuale ci siamo fermati con il mercato. L’idea era quella di prendere un centrocampista ed una punta, ma con queste condizioni vedremo. Confermo che l’iscrizione al prossimo campionato non è assolutamente messa in discussione, ma è ovvio che siamo in una situazione difficile ed ingarbugliata”. Allo stato dei fatti la Maceratese si è vista spalle al muro e dovrà pagare una cifra esosa per debiti che non sono stati fatti da questa proprietà: “Dobbiamo trovare il modo di pagare nettamente di meno – continua il numero uno biancorosso – perchè altrimenti si andrebbe a ridurre il budget della stagione che sta per iniziare”. La vicenda è contorta e con molte sfaccettature poco chiare, ma la situazione è la medesima: per far si che l’iscrizione al prossimo torneo d’Eccellenza avvenga correttamente la Maceratese ha tempo fino al 19 luglio, in caso estremo c’è tempo anche fino al 31 di luglio, per trovare le liberatorie di tutti quei calciatori che hanno fatto parte della scellerata gestione Ulissi (anche Romagnoli e Luca Gentili per intenderci), anche dei 5 che hanno fatto causa alla società, ovvero Cameli, D’Addazio, Pompei, Scibilia ed Oresti. Lo scenario che si apre in questo momento sarà quello di una trattativa singola con ogni atleta della vecchia Maceratese, con la speranza di poter quanto meno dimezzare le spese per il pregresso. Quando tutto lasciava presagire ad un’estate tranquilla per la Maceratese ecco il patatrac. In questi giorni ci saranno importanti novità in merito. Nel frattempo è stato trovato l’accordo con il jolly difensivo classe 1987 Iuvalè, che rimarrà alla Maceratese anche nella prossima stagione.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X