Recanatese, Nicola Moretti
rifiuta i “Prof” e resta in giallorosso

La preparazione sarà svolta lontano dal Tubaldi, che verrà rimodernato
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Nicola-Moretti

di Mauro Nardi

Nicola Moretti vestirà anche nella prossima stagione la casacca della Recanatese. Non si interrompe quindi il matrimonio tra la società e il centrocampista cresciuto nel vivaio giallo – rosso sul quale nelle scorse settimane si erano gettate numerose società di serie D ma anche di Seconda Divisione. Moretti (nella foto) nelle ultime stagioni ha rappresentato una pedina fondamentale per il centrocampo e una possibile partenza avrebbe creato non pochi grattacapi al tandem tecnico Siroti – Baldoni che nelle ultime ore ha perso pedine importanti quali Fermani, Salvatelli, Iommi e Pica. Soddisfazione dunque nello staf dirigenziale per aver confermato un tassello importantissimo della squadra, unitamente al difensore Luca Patrizi e all’altro centrocampista Jacopo Zannini. Un trittico di giocatori che costituiscono la pattuglia nostrana dell’organico giallo – rosso che nella prossima stagione sarà atteso dalla quarta avventura consecutiva in serie D. Confermati nel frattempo anche i gemelli Loris e Luca Cantarini: portiere ed attaccante che in un primo momento sembravano indirizzati a lasciare la città della poesia resteranno per un’altra stagione. Qualche problema invece per l’estremo difensore Nicolas Canaletti. Dirigenza e il numero uno cresciuto nel settore giovanile dell’Ascoli sono al colloquio per valutare il futuro. Se non dovesse andare a buon fine la Recanatese dovrà aggiungere nella lista della spesa anche un portiere, oltre ad un attaccante, un centrocampista e un difensore. Novità, infine, arriveranno dal ritiro pre – campionato che non si potrà svolgere allo stadio “Nicola Tubaldi”, che nelle prossime settimane sarà oggetto di lavori per il rifacimento del manto erboso. Un intervento atteso e necessario dopo quindici anni di manutenzioni straordinarie e tampone che hanno reso il rettangolo di gioco al limite della praticabilità e non solo durante i mesi invernali. Situazione che costringerà tecnico e giocatori ad emigrare momentaneamente lontano dalla città della poesia. Patron Gambini e i suoi collaboratori stanno stringendo i tempi per trovare un accordo con un Comune e una società del territorio, per garantire alla squadra di iniziare la preparazione entro e non oltre l’ultima settimana di luglio.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X