Sintetico a Collevario, nuove palestre
e sciogliere i nodi piscina e Palas
Alferio Canesin illustra i suoi progetti

L'intervista all'assessore dello sport del Comune di Macerata
- caricamento letture

canesin-pierini

di Alessandra Pierini

Alferio Canesin ha lo sport nel sangue. Appassionato di ogni disciplina sportiva, negli ultimi cinque anni da consigliere con delega allo sport e agli impianti sportivi ha seguito molto da vicino le attività sportive svolte nel comune e ha stretto con le società e associazioni cittadine rapporti solidi e significativi. Da qualche giorno Canesin è Assessore allo Sport del Comune di Macerata, diventando a tutti gli effetti punto di riferimento per lo sport cittadino, oltre che per la giovanissima giunta scelta da Romano Carancini.

Canesin, oltre a quello allo sport, ha in consegna il nuovo assessorato alle piccole cose. Qual è la funzione di questo assessorato  e come lo seguirà?
“Il punto uno del programma di Carancini prevedeva una maggiore attenzione alle piccole cose. Abbiamo infatti constatato sia negli ultimi cinque anni che durante la campagna elettorale la richiesta da parte dei cittadini di una maggiore attenzione alle manutenzioni, agli spazi verdi e ad aree che con piccoli interventi potrebbbero avere una qualità diversa. Questo assessorato vuole essere il segnale di una maggiore vicinanza alla cittadinanza che presto avrà a disposizione anche un numero verde per segnalare piccole cose che necessitano di un intervento.”

valentini-canesin

Quali sono le priorità nello sport maceratese?
“Sono quelle di cui abbiamo parlato nel programma. Innanzitutto vogliamo realizzare una palestra per ogni scuola. da anni stiamo portando avanti un progetto di educazione motoria con la Provincia di Macerata e il Coni e questo rende necessaria la palestra. La prima ad essere realizzata sarà quella della scuola IV Novembre, poi la nuova scuola delle Vergini.”

C’è anche il polo natatorio di Fontescodella…
“Stiamo stringendo i tempi perchè crediamo che, poichè sono passati due anni dalla gara per i lavori, sia ora di iniziare. E’ previsto un incontro nei prossimi giorni e i lavori devono partire.”

Che cosa prevede invece riguardo al nuovo Palas?
“Per il palas la questione è un po’ più complessa ed è legata al Centro Fiere di Villa Potenza dove vorremmo realizzare una struttura polivalente. Dovremo anche riprendere un discorso con la Lube  per capire se c’è la possibilità di muoverci verso un’unica soluzione. Penso di trovare apertura da parte loro visto che in momenti come questo non credo abbia senso disperdere risorse”.

Passiamo al calcio, cosa prevede per il futuro della Maceratese?
“Non nascondo che ho delle difficoltà. E’ una fase delicata che va affrontata e superata in tempi brevi. Mi dispiace che Maurizio Mosca abbia lasciato il calcio anche se capisco le sue ragioni. Ci sentiremo presto con il presidente Paci e vedremo di concretizzare ciò che non è riuscito lo scorso anno, un accorpamento di società e persone per portare anche il calcio cittadino ad un alto livello. Avere Vis Macerata e Maceratese nella stessa categoria, come è avvenuto lo scorso anno, è di certo una ricchezza per la città ma sarebbe bene far convergere le risorse su una squadra di livello superiore”.

Il Campionato Primavera Tim di calcio, “Trofeo Giacinto Facchetti” arriva per la prima volta nella nostra provincia con le fase finali. Cosa significa per Macerata?
“E’ un’iniziativa importante che porterà un significativo flusso di spettatori e darà grande visibilità alla città oltre a proporre uno spettacolo calcistico di grande rilievo. Il Comune di Macerata si è coinvolto a pieno, mettendo a disposizione sia delle risorse che l’impianto sportivo, l’Helvia Recina, che abbiamo considerato il più consono. Possiamo vantarci di aver portato negli ultimi anni a Macerata, col ciclismo, il baseball e ora il calcio, lo sport di altissimo livello.”

E il softball? E’ un altro fiore all’occhiello…
“Sicuramente e quest’anno ospiteremo anche i Campionati Mondiali Universitari di Softball che richiamerà società di livello mondiale. Stiamo già lavorando anche per adeguare l’impianto all’evento.”

Cos’ha in programma per il futuro?
“I progetti sono diversi: il sintetico al campo di Collevario, il potenziamento delle aree sportive di Villa Potenza e Piediripa, il parquet del Palavirtus. Devo dire comunque  che dobbiamo fare i conti con le risorse. Già a settembre proporremo un piano triennale degli investimenti per portare avanti ciò che serve alla città. Macerata è cultura, è teatro, è lirica con lo Sferisterio, è Musicultura, è l’Università ma lo sport non va assolutamente trascurato.”

Lei è passato dal ruolo di consigliere con delega allo sport ad assessore. E’ solo un cambiamento formale?
“E’ per me un importante riconoscimento. Cinque anni fa ho accettato la proposta del Sindaco Meschini, in questi anni ho lavorato molto e molti mi testimoniano la loro stima per quanto ho fatto finora. Ora non cambia l’impegno, ma la scelta di Carancini di riconoscermi un assessorato e di considerarmi punto di riferimento e persona di esperienza in una giunta giovanissima non può che farmi un enorme piacere.”



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X