Baseball, Macerata torna da Riccione
con due sconfitte pesanti

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

esposito-matteo

Si risolve con una pesante doppia sconfitta la trasferta a Riccione della Hotsand Macerata, che al termine della giornata si ritrova a recriminare per le molte occasioni gettate al vento, e come accaduto in gara2 contro Verona, saranno proprio queste a sancire la sconfitta della squadra maceratese. Gara uno affidata come consuetudine ad un Tonellato sempre molto positivo, che in 6.0 riprese lanciate è riuscito comunque a subire solamente due punti in 4 valide. Partenza sprint dell’incontro con la Hotsand che riesce subito a segnare, base su ball di Esposito poi spinto prima  in terza da una valida a destra di LoPipero, poi a casa grazie a Cingolani. Tutto fa presagire una gara facile, ma in tutto il resto dell’incontro la Hotsand sarà capace di colpire solamente altre due valide contro un pitching staff abbastanza modesto (e che per l’occasione non poteva nemmeno contare su Barbaresi Mattia, vecchia conoscenza del baseball maceratese chiamato a giocare in prima divisione IBL1), mentre Riccione riesce a reagire pareggiando i conti. La partita prosegue in sostanziale parità, la svolta c’è all’ottava ripresa, quando Meschini, subentrato a Tonellato, paga la troppa imprecisione (ben 5 basi su ball regalate in sole due riprese), permettendo alla formazione emiliana di segnare altri due punti senza colpire nemmeno una valida. La partita termina quindi con il risultato di 4-2.

Per gara due partente sul monte di lancio Escalona, direttamente dalla franchigia di San Marino, il quale però in 3 riprese subisce 3 valide e un punto, lasciando al piatto 4 battitori. Riccione va quindi subito in vantaggio, poi superata nel terzo inning da un attacco finalmente in buona forma, che approfitta dei regali del pitcher avversario e colpisce valide con Serrani e Mozzorecchia, che valgono 3 punti. Sale sul monte Cingolani che però viene toccato dalla formazione di casa, che approfitta di un po’ di imprecisione e riesce a portarsi prima sul 4-3 poi sul 5-3. La Hotsand trova la forza di reagire solamente nella nona ripresa, grazie ad una valida di Menghi, seguita da un doppio di Meschini, che da le speranze alla formazione maceratese, Esposito (nella foto) con un drag-bunt porta Meschini in terza e riesce ad arrivare salvo in prima, rubando poi la seconda base. Ma con due eliminati ed il punto del pareggio in terza e quello della vittoria in seconda, LoPipero viene eliminato al piatto seguito da un ground-out di Mozzorecchia che sancisce la fine dell’incontro. Nelle altre gare della giornata Castenaso fa il pieno a Livorno, Nettuno e Parma si spartiscono la posta in palio mentre Verona travolge Catania, prossimo avversario della Hotsand.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X