La Sangiustese perde col Bellaria
ma è matematicamente salva

SECONDA DIVISIONE - Lo sfogo di mister Giudici: "Mourinho non ce l'avrebbe fatta"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

sangiustese_01-300x225

Seconda sconfitta casalinga consecutiva per la Sangiustese che però conquista la salvezza matematica a due giornate dal termine. I rossoblù restano ottavi in  classifica a quota 42, sei punti avanti alle quint’ultime, la Giacomense e la Sacilese. Quest’ultima dovrà affrontare all’ultima di campionato il Celano (38 punti) ed è in virtù di questo scontro diretto che la squadra di Giudici può considerarsi già salva. Per il Bellaria arrivano tre punti importantissimi nella lotta per evitare l’ultimo posto e quinndi la retrocessione diretta. I romagnolii sono partiti con il piglio giusto trovando il gol partita al 17′ per poi badare più a difendersi chiudendo tutti gli spazi ai padroni di casa.
Giudici, privo degli infortunati Arcolai, Polinesi e Bordoni e degli squalificati Bagalini e De March, ha dovuto inventarsi la difesa arretrando tre centrocampisti (Scarsella e Carboni al centro, con Monti terzino sinistro). Al centro dell’attacco confermato Beha con  Iazzetta e Guidi in appoggio sulle fasce.

sangiustese_03-300x187

La cronaca. Il Bellaria è subito pimpante e si propone con due conclusioni che però non impensieriscono Fanti prima di trovare la rete del vantaggio al 17′ con il centravanti Uccello che sfrutta un’incertezza di Scarsella, gli ruba palla al limite dell’area e lascia partire un destro che il portiere di casa riesce solo a sfiorare prima che la sfera si infili in rete. Passa solo un minuto e Iazzetta si ritrova una buona occasione sui piedi, ma la sua conclusione termina alta. Al 30′ Russo si copre: fuori l’attaccante esterno Pezzi e dentro il difensore Terrani. Gli ospiti si chiudono bene e lasciano alla Sangiustese solo una mezza occasione al 44′: Beha gira di testa, palla di poco fuori.
Dopo pochi minuti dall’inizio del secondo tempo Giudici sostituisce Beha con Fanesi e l’infortunato Raparo con Ventura passando al 4-4-2 con Iazzetta in attacco al fianco di Fanesi, Guidi e Ventura sugli esterni. Proprio Ventura è il più pericoloso con qualche inserimento come al 15′ quando supera un uomo, entra in area ma la sua conclusione trova la deviazione decisiva di un difensore. Al 31′ è il Bellaria, con una bella conclusione da fuori di Nobili, ad impegnare l’estremo difensore della Sangiustese. Al 36′ il rientrante Max Fanesi sciupa l’occasione più ghiotta del match quando, tutto solo davanti al portiere, anzichè provare la conclusione appoggia indietro per Iazzetta il cui tiro viene rimpallato in area. Il Bellaria non concede più nulla ma mai una sconfitta fu più dolce.

sangiustese_04-300x253

***
Il tecnico della Sangiustese Tiziano Giudici si presenta in sala stampa con in braccio la figlia Emma. “Dedico questa salvezza a lei, a mia moglie Rosella e agli ultras che oggi non c’erano ma che sono stati gli unici ad essere sempre vicini a questa squadra. Per il resto è brutto centrare questa seconda, magnifica salvezza diretta in un torneo professionistico tra l’indifferenza e i mugugni della piazza sangiustese. Questi giocatori, a cui rimarrò sempre legato e riconoscente, hanno dato sempre il massimo e meriterebbero molto di più”. Tiziano Giudici è un fiume in piena: “Dicono che ho poco carattere, vorrei vedere se un allenatore dal grande carattere come Mourinho sarebbe riuscito a salvare la Sangiustese. Abbiamo disputato un campionato straordinario nonostante le tante difficoltà con la società che affronta questa categoria con pochi soldi e un organico indebolito”. In casa Sangiustese ora si inizierà a progettare la prossima stagione e queste dichiarazioni di Giudici lasciano pensare a un divorzio dopo i tre campionati più importanti della storia di questa società.

foto di Guido Picchio

sangiustese_10-300x212

***
Il tabellino
SANGIUSTESE  0
BELLARIA IGEA 1
SANGIUSTESE (4-5-1): Fanti 6, Carelli 6, Monti 6, Pigini 6, Scarsella 5.5, Carboni 6, Iazzetta 6, VItali 6, Beha 6 (10′ st Fanesi 5), Raparo 6 (10′ st Ventura 6.5), Guidi 5.5 (19′ st Di Emma 6). A disp.: Pandolfi, Pupino, Iovino, Marozzi. All. Giudici.
BELLARIA (4-3-3): Simoncini 6, Arrigoni 6, Nobili 6.5, Briglia 6, Camillini 6, Paganotto 6, Pezzi 5.5 (30′ pt Terrani 6), Tacchinardi 6.5, Uccello 6.5 (38′ st Cisterni n.g.),Trotta  6.5, Crisci 5.5 (12′ st Fanfoni 5.5). A disp.: Temeroli, Mazzani, Lerda, Elia. All. Russo.
Arbitro: Operato di Isernia.
Rete: 17′ pt Uccello.
Note: spettatori 200 circa; angoli 6 a 1 per la Sanngiustese; ammoniti Pezzi, Carboni, Vitali; recuperi 2+4.

sangiustese_02-298x300

sangiustese_05-300x280
sangiustese_06-300x201
sangiustese_07-269x300
sangiustese_08-300x260
sangiustese_09-273x300

sangiustese_11-227x300



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X