Fiat presenta il piano
John Elkann al timone

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

elkann-marchionne

[ANSA] TORINO – Il consiglio di amministrazione della Fiat ha nominato John Elkann presidente. Il cda, riunito al Lingotto, “ha preso atto, con rammarico – dice una nota – delle dimissioni di Luca Cordero di Montezemolo dalla carica di presidente e lo ha ringraziato per l’opera svolta a favore del gruppo in un periodo particolarmente delicato per la vita dell’azienda”.

Standing ovation per il neo presidente della Fiat, John Elkann. Gli analisti finanziari, presenti al Lingotto di Torino per l’Investor Day, hanno salutato il giovane Elkann con un lungo applauso. Il tributo è arrivato quando l’ad del Gruppo, Sergio Marchionne, ha annunciato il cambio al vertice dell’azienda. Subito dopo lo ha chiamato sul palco dei relatori, dove Elkann é stato preso d’assolto dai flash dei fotografi, che lo hanno immortalato abbracciato a Marchionne. “Con Elkann e Gabetti, che continua a essere mio grandissimo amico – ha detto Marchionne – abbiamo navigato in acque molto difficili. Io e John siamo entrambi cresciuti, ora ha raggiunto la maturità giusta per fare il presidente. Abbiamo anche voluto dimostrare con questa scelta la fiducia che abbiamo negli uomini e donne della Fiat”. Marchionne ha poi ringraziato Luca Cordero di Montezemolo: “Se siamo qui oggi è perché siamo riusciti a superare un periodo buio. Lo ringrazio personalmente per il sostegno che mi ha dato in questi anni, in cui siamo diventati amici anche a livello personale”.

UTILE GESTIONE ORDINARIA 352 MLN – L’utile della gestione ordinaria del gruppo Fiat ha raggiunto nel primo trimestre i 352 milioni di euro rispetto alla perdita di 48 milioni di euro dello stesso periodo 2009, con oltre la metà del risultato determinato dai business delle Automobili.

Fiat Group Automobiles ha registrato un utile della gestione ordinaria di 153 milioni di euro a fronte della perdita di 30 milioni di euro del primo trimestre 2009, “per effetto – spiega la nota della casa torinese – di volumi significativamente più elevati e di un miglior mix delle vendite, grazie al maggior contributo dei veicoli commerciali leggeri”. Cnh ha registrato un utile della gestione ordinaria di 127 milioni di euro (49 milioni di euro nel primo trimestre 2009), Iveco di 3 milioni di euro (perdita di 12 milioni di euro nel primo trimestre 2009).



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X