Sulla strada di Jack Kerouac
Il viaggio di Giorgio e Giuliana

La nuova avventura della coppia: 4000 chilometri da Chicago a Los Angeles
- caricamento letture

In-barca-verso-il-villaggio-galleggiante-di-Kompong-Phhluk

di Laura Boccanera

Da Chicago a Los Angeles, 4000 chilometri di deserto, strada e vita. Sembra un film il viaggio che due giovani civitanovesi, con la passione per il “vagabondaggio”  e l’avventura stanno per intraprendere. Percorreranno dal 28 aprile al 4 luglio la leggendaria Route 66 a bordo della loro vespa 50 special. Loro sono Giorgio Serafino e Giuliana Foresi, una coppia sposata nel 2005 con un curriculum di viaggio on the road di tutto rispetto: Cambogia, Canada, Thailandia, Brasile. Un’avventura iniziata quasi per gioco, una vespa semi abbandonata, la voglia di scoprire posti nuovi e via, con a bordo qualche candela e sacchi a pelo. Sono emozionati e con tanta voglia di partire i due ragazzi: <<vorremmo fare di questo nostro viaggiare una professione>> racconta Giuliana.

Angkor-Wat-Cambogia

E sono, è proprio il caso di dirlo, sulla buona strada, perchè questo loro vagabondare sarà seguito passo passo da un blog: www.terraeasfalto.it, dalla tv e da Caterpillar, la nota trasmissione di radiorai che nel corso del viaggio farà qualche incursione telefonica ai due. Una coppia di pazzi, penserà qualcuno, in realtà Giorgio e Giuliana sono due ragazzi molto semplici seppur speciali (hanno praticamente costruito da soli la loro casa con tanto di impalcature mattone dopo mattone). <<Non voglio dimostrare niente di impossibile o irraggiungibile, voglio solamente esprimere quello che provo, vedo e sento quando sono “per strada” – racconta Giorgio – Questa parola, che esercita su di me un richiamo lontano, profondo e ossessivo, mi ha regalato tutte le cose più belle che mi sono capitate.>> e allora buon viaggio.

villaggio-nella-giungla



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X