Corona debutta nel calcio:
“Porterò la Sangiustese in serie A”

Il nuovo presidente onorario dei rossoblù a Villa San Filippo
- caricamento letture

Corona_6

di Matteo Zallocco

Esce dal Suv, si toglie il cappotto e sfoggia la maglia della Sangiustese con alle spalle il numero uno e il suo cognome. Fabrizio Corona è arrivato alle 14.15 al Comunale di Villa San Filippo con una carovana di sei auto, tutti componenti del suo entourage tra cui ben nove guardie del corpo. Circondato da cameraman, fotografi e giornalisti il re del gossip si è lasciato andare ad una dichiarazione che fa sorridere: “Porterò la Sangiustese in serie A”. A dargli il benvenuto con un “Venne Fabrì” è stato il patron della Sangiustese, Antonio Pantanetti. Non c’era Belen: “Purtroppo non è potuta venire, ha 39 di febbre”, hanno detto.

Corona_3

A Corona è stata ufficializzata la carica di presidente onorario della Sangiustese, lui porterà sponsor e in cambio riceverà una percentuale: “Per me questo non è un gioco – ha aggiunto – ma una cosa seria, già questa mattina ho fatto degli investimenti importanti. Ci ispireremo al calcio estero e attraverso gli sponsor porteremo questa squadra sempre più in alto, fino alla serie A. Ho conosciuto Pantanetti tramite alcuni amici con cui ho fatto degli investimenti nel settore calzaturiero. Io ho fiuto per gli affari e con questa squadra ci sono ottime possibilità per farli. Il prossimo tatuaggio che mi farò sarà il simbolo della Sangiustese sul petto”. Il re del gossip entra poi nello stadio, dove, dietro la tribuna, lo attende uno striscione di 20 metri: “Corona, portaci in serie A”.

Corona_5

Anche il patron Pantanetti viene preso d’assalto da telecamere e taccuini: “Siamo una società molto povera e non ce ne vergognamo di dirlo. Abbiamo chiesto aiuti finanziari ovunque e nessuno ci ha mai ascoltato. Dobbiamo crescere molto, siamo ancora dilettanti in mezzo ai professionisti e Corona per noi sarà fondamentale”. Sembra che il nuovo presidente onorario oggi abbia subito garantito 100.000 euro alla Sangiustese.
Ci sono anche le telecamere di Mediaset a Villa San Filippo. Prima della partita era stato allestito un set in tribuna per i collegamenti in diretta con Buona Domenica, ma i commissari della Lega hanno fatto uscire dallo stadio le telecamere di Canale 5, perchè non autorizzate. La diretta si è tenuta dal parcheggio dello stadio nel corso del secondo tempo e in tv Corona ha ribadito: “Sono molto felice di essere qui, per me la presidenza onoraria della Sangiustese è un grande onore. Me l’hanno proposta e ho immediatamente accettato con grande piacere. Spesso quello che faccio viene visto in modo negativo, invece  siamo qui per fare una cosa seria e non per una buffonata”.

Corona_8

In tribuna il numero di spettattaori si è raddopiatto rispetto al solito. Quasi mille persone per assistere ad una partita abbastanza noiosa dove la Sangiustese ha agguantato il pareggio con un bel colpo di testa in tuffo di Lorini al 30′ dopo essere passata in svantaggio al 22′ con un tiro al volo ravvicinato di Pippi. Tutti seguivano con lo sguardo i movimenti di Fabrizio Corona. A fine partita, l’allenatore Tiziano Giudici ha dichiarato: “L’arrivo di Corona è sicuramente fondamentale per aiutare la società a livello economico ma spero che non ce la faranno pagare sul campo. Oggi abbiamo subito un arbitraggio scandaloso, ci hanno espulso un giocatore solo per aver detto ‘svegliati’ all’assistente e ci hanno fischiato tutto contro”. Il timore del tecnico, insomma, è che l’arrivo di un personaggio controverso come Fabrizio Corona possa avere riscontri negativi sul terreno di gioco. Intanto la Sangiustese ha raccolto il quinto risultato utile consecutivvo ed è salita a quota 21 ad una giornata dal termine del giorne d’andata in questo suo secondo campionato in serie C2.

(Foto di Guido Picchio, vietata la riproduzione)

sangiustese-sangiovannese_05



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X