Verazzo: “I play off
sono alla nostra portata”

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Verazzo-Maceratese-1-216x300

Verazzo

di Andrea Busiello

Situazione difficile in casa Fulgor Maceratese che nelle ultime due giornate ha incamerato zero punti, ponendo in pericolo la posizione di mister Alessandro Porro. La società ha dato piena fiducia al trainer ma di certo i mugugni della piazza nel vedere la squadra del capoluogo in questa difficoltà non lasciano lavorare in  maniera serena tutto lo staff. Domenica i biancorossi erano passati in vantaggio con Gaetano Verazzo (nella foto di Guido Picchio) ma poi la Jesina ha messo la freccia e vinto la gara. Noi abbiamo ascoltato proprio l’attaccante della Fulgor, capocannoniere dello scorso campionato di Eccellenza con la maglia della Vis Macerata, sulla situazione che si sta vivendo in casa Maceratese.

Verazzo, partiamo dalla sfida di domenica: ghiotta occasione gettata al vento per migliorare la classifica…

“Indubbiamente. Il secondo tempo siamo entrati in campo poco convinti e questo ha fatto si che pagassimo a caro prezzo questa leggerezza. Loro sono stati bravi a crederci ma credo che noi dobbiamo fare il mea culpa per aver arretrato il baricentro troppo e subito, di conseguenza queste due reti che ci hanno tagliato le gambe. Domenica potevamo e dovevamo fare di più”.

Analizzando con raziocinio queste prime gare di campionato si evince come la Fulgor sia sicuramente in difficoltà rispetto alle attese della vigilia: il motivo?

“Siamo una squadra nuova, che ha bisogno di maggior amalgama e giocando spesso turni infrasettimanali mancano quelle piccolezze che poi ti fanno vincere le gare. Sono certo che le cose si risolveranno con il passare del tempo ma mi auguro che sin da domenica prossima possiamo tornare a fare risultato e vincere la gara”.

La piazza di Macerata vuole sempre il massimo. Com’è il rapporto con i tifosi per voi giocatori?

“Si, la piazza di Macerata è giustamente esigente perchè vorrebbe che la propria squadra andasse sempre bene. Capisco che dopo sei risultati utili consecutivi queste due sconfitte sono un macigno ma sono convinto che se ci saranno vicini e ci supporteranno e aiuteranno ad allontanarci da questa classifica poco positiva che va subito migliorata”.

Crede che la Fulgor abbia le carte in regola per recitare un ruolo da protagonista in questo torneo o sarà un campionato con alti e bassi senza gloria?

“Sono convinto che possiamo centrare i play off ma dobbiamo lavorare sodo. Adesso non avremo più turni infrasettimanali fino a dicembre dunque abbiamo un mese per allenarci con costanza e formare sempre di più un bel gruppo, dopo di che sono certo che i risultati verranno e la Maceratese lotterà per centrare gli spareggi promozione”.

Infine l’ultima domanda è rivolta verso il match di domenica contro la Vigor Senigallia. Serve solo il successo pieno..

“Si, anche se avessimo giocato con qualsiasi altra squadra all’infuori della Vigor dovevamo puntare al bottino pieno. Una squadra che vuole fare un campionato di vertice in casa non deve lasciare nulla al caso e deve maciullare chiunque. Poi, dopo due sconfitte consecutive credo proprio che la vittoria sia l’unico risultato a disposizione”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X