Recine sul mercato Lube:
“Diversi nodi da sciogliere”

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

recine-g

di Andrea Busiello

Mentre è ancora in corso la finale scudetto che vede contrapposte Piacenza e Trento, con gli emiliani che in gara 2 hanno vinto 3-1 impattando la serie sull’1-1, in casa Lube è già cominciato il tram tram dei “rumors” di mercato. Una cosa è già certa: il sodalizio cuciniero ha tesserato, con un contratto biennale, il forte schiacciatore brasiliano Murilo che andrà ad infoltire la batteria di schiacciatori a disposizione della Lube che però rischia di perdere il giovane martello Martino dato in partenza dalle colonne del noto quotidiano sportivo “Corriere Dello Sport”. Noi, per cercare di capire come si sta muovendo la società abbiamo chiacchierato a 360° con il direttore sportivo Stefano Recine (nella foto mentre festeggia un successo dei biancorossi) che ha spiegato qual è la situazione in casa Lube al momento.

Recine in queste ultime ore si è paventata la clamorosa decisione di mandare Martino in prestito. Conferma questa ipotesi di mercato?

“No, perchè Martino è un capitale della società e la Lube non ha nessuna intenzione di cederlo. La nostra volontà è quella di rinforzare la rosa e dunque valuteremo tutte le ipotesi che ci portano in questa direzione ma per il momento Martino non è sul mercato”.

De Giorgi sarà il coach della Lube anche per la prossima stagione o ci sono clamorose novità dell’ultim’ora?

“Assolutamente no. Da un lato mi fa piacere sentire il nome di Fefè essere accostato a quello di altre squadre perchè significa che abbiamo noi il miglior coach in circolazione. Apparte ciò Fefè non è mai stato messo in discussione dalla proprietà e ne tantomeno dal sottoscritto”.

Con l’acquisto di Murilo avete dimostrato ancora una volta di essere una società di grande spessore…

“Si, e di questo devo fare davvero un grande plauso alla proprietà perchè per l’ennesima volta si è dimostrata vogliosa di fare un gran colpo ed il brasiliano è certamente quello che cercavamo. Abbiamo bruciato sul rush finale della trattativa altre squadre e Murilo ci darà una grande mano”.

Questione atleti. Chi andrà a comporre la rosa della Lube 2009/2010? Iniziamo a vedere la questione degli schiacciatori. Saraceni e Paparoni rimarrano o andranno altrove?

“Saraceni ha espressamente chiesto di giocare con maggiore costanza e dunque valuteremo le ipotesi per poi prendere una decisione. Su Paparoni la società ha tutte le intenzioni di tenerlo stretto però, è bene sottolinearlo, non possiamo garantire lui un posto da titolare. Anche questa è una situazione che verrà valutata con calma”.

Passiamo sempre alle bande, questa volte straniere, con Snippe e Swiderski. Come sono le loro situazioni?

“Per ciò che concerne Snippe abbiamo deciso di mandarlo a giocare perchè lui rappresenta il futuro della Lube e sono già diverse le società di media classifica in A1 che gli propongono un posto da titolare. Avevamo pensato anche noi a tenerlo per farlo giocare da titolare ma alla fine credo che mandarlo in prestito in serie A1 dove potrà fare 40-50 partite sarà ulisissimo per il suo futuro. Per quanto riguarda Swiderski posso solamente dire che lui ha un contratto con la Lube e la società ha tutte le intenzioni di tenerlo un’altra stagione. Per il momento il giocatore non è mai venuto dal sottoscritto a chiedere di tornare in patria, se così farà nei prossimi giorni vedremo il da farsi”.

Monopoli, Bartoletti e Giovi sono certi della riconferma?

“I primi due si. Al 100%. Hanno svolto un lavoro eccezionale all’interno del gruppo, come Giovi d’altronde, soprattutto come uomini e mai ce ne priveremo e dunque saranno ai nastri di partenza con noi anche nella prossima stagione. Per quanto riguarda Giovi noi vorremmo prolungare il prestito di un altro anno ma ancora non siamo giunti ad un accordo con Perugia dunque per il momento su questa situazione non saprei cosa dire”.

Ultima domanda: al centro farete un intervento sontuoso o rimarrete con questi tre ottimi centrali?

“Siamo soddisfatti dei nostri centrali ma nel mercato non si può mai dire con certezza determinate cose in questo periodo della stagione. Di certo se ci saranno occasioni d’oro non ce le faremo sfuggire ma ripeto, noi siamo apposto così al centro”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X