Audizioni Live
in diretta su CM

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

image2

Musicultura apre le porte della 20° edizione e dà il via alle Audizioni Live 2009: inizia la sera del 6 febbraio il lungo percorso di selezione che porterà alle serate finali che si terranno all’Arena Sferisterio di Macerata nel prossimo giugno e dunque alla consacrazione degli otto vincitori. Si comincia con una vera e propria sfilata musicale delle cinquanta proposte selezionate tra le oltre settecento iscritte al concorso 2009 lo scorso novembre: cinquanta sfaccettature dell’attuale panorama cantautorale italiano, che si tradurranno in centinaia di artisti che si alterneranno sul palco del Teatro Filarmonica per dieci giorni consecutivi, fino a domenica 15, tutte le sere a partire dalle ore 21.15, ad eccezione delle domeniche, che inizieranno alle ore 17.15.
Come di consueto il pubblico potrà assistere alle performance, avendo accesso libero e gratuito ai provini-concerto: un gesto di trasparenza e serietà da parte di Musicultura, più unico che raro se ben si guarda lo scenario dei concorsi musicali italiani.

Da quest’anno si potrà assistere in diretta anche su Cronache Maceratesi alle nove serate in programma al teatro della Filarmonica attraverso la tv web messa a disposizione da Musicultura.

La diretta, curata da Fabio Curzi con il supporto tecnico di Antonio De Luca, permette agli utenti di seguire le Audizioni secondo programma: dal lunedì al sabato a partire dalle 21.15 e la domenica dalle 17.00.

A questo servizio CM aggiungerà una pagina dedicata agli artisti che si esibiranno sera per sera per valorizzare quello che è a tutti gli effetti uno dei più importanti appuntamenti musicali d’Italia.
***

Ma così è da venti anni: “Vent’anni di nuove canzoni, ascoltate, vissute, amate e non, mi portano a dire che la tipografia della canzone popolare, d’autore è attivissima e fa girare le sue macchine”– commenta il Direttore Artistico Piero Cesanelli (nella foto) alla vigilia della maratona musicale che lo vedrà nel ruolo di presidente della giuria di ascolto.
“Ogni anno da quando a Musicultura sono state di nuovo introdotte le audizioni live – commenta Cesanelli – tutti noi, abbiamo potuto constatare che esiste ancora un’Italia che scrive e canta. Esistono ancora ragazze e ragazzi, donne e uomini che hanno la necessità di raccontare, di raccontarsi e di sottolineare i momenti più emozionanti della vita, siano belli o brutti non importa, con una canzone”.
Quello che ci possiamo aspettare da questa XX edizione delle Audizioni Live è “la presenza di artisti provenienti da quasi tutte le regioni del nostro Paese, di una nutrita rappresentanza femminile, di una evidente apertura musicale a suoni e melodie provenienti anche da culture molte diverse dalla nostra, come dal centro Africa fino all’estremo Est europeo, e non ultimo ad una cura molto attenta alla stesura dei testi”.
L’appuntamento delle Audizioni Live non si limita però, come del resto le altre fasi del concorso, alla pura selezione: la grande partecipazione del pubblico e la visibilità mediatica che questi primi “provini” dal vivo riscontrano ogni anno, ci ricordano il lavoro di promozione della musica di qualità che la manifestazione compie tutto l’anno, su tutto il territorio nazionale e non solo, grazie al sostegno e alla visibilità dati dalla Rai, in particolare Radio Uno Rai e, nel mondo, Rai International (oggi Rai Italia).
“Vorrei che questa ventesima edizione della nostra manifestazione  – sottolinea Piero Cesanelli – servisse a far muovere un po’ il mondo del disco e della comunicazione musicale e a far ritrovare quel coraggio che alcuni intrepidi paladini negli anni ’60 esibirono quando proposero ad un paese che era pieno di “Vecchi Scarponi” e di “Barche che vanno”, “Mi sono innamorato di te perché non avevo niente da fare” o “ il tempo è nei giorni che passano pigri e lasciano in bocca il gusto del sale…”.
Con le Audizioni Live 2009 riparte dunque per Musicultura la ricerca delle nuove tendenze della canzone popolare e d’autore: il glamour della musica, quello più accattivante, coraggioso e originale, quello che non tralascia i dettagli né si preoccupa di osare, sta per arrivare a Macerata, dal 6 al 15 febbraio al Teatro della Società Filarmonica.


IL CONCORSO

Insieme alla giuria ufficiale, composta dal Direttore Artistico di Musicultura Piero Cesanelli, al vice presidente Ezio Nannipieri, al critico musicale Stefano Bonagura, al compositore Marco Maestri, a Paolo Angeli docente dell’Università di Camerino e alla professoressa Barbara Pojaghi dell’Università di Macerata, prenderanno parte alle Audizioni Live anche due giurie di studenti dei due Atenei maceratesi, che avranno un ruolo consultivo per la selezione dei sedici finalisti.
Dalle Audizioni che rappresentano la prima fase del concorso, usciranno i 16 finalisti. I loro brani verranno trasmessi sulle onde di Radio 1 Rai e Rai Italia e saranno sottoposti al giudizio del pubblico, che potrà esprimere con il televoto la propria preferenza. Contemporaneamente essi verranno sottoposti al vaglio del Comitato Artistico di Garanzia che vanta sempre dei nomi di spicco e che quest’anno è composto da: Claudio Baglioni, Edoardo Bennato, Luca Carboni, Ennio Cavalli, Carmen Consoli, Simone Cristicchi, Niccolò Fabi, Lucio Dalla, Teresa De Sio, Tiziano Ferro, Giorgia, Mariangela Gualtieri, Vivian Lamarque, Dacia Maraini, Alda Merini, Gino Paoli, Vasco Rossi, Teresa Salgueiro, Michele Serra, Daniele Silvestri, Ornella Vanoni, Roberto Vecchioni, Sandro Veronesi, Antonello Venditti.
Saranno solo 8 i vincitori che potranno esibirsi sul palco dello Sferisterio durante le serate finali del festival – il 26, 27, 28 giugno – che quest’anno festeggia venti anni di attività nella musica. Il vincitore assoluto si aggiudicherà il Premio Banca Popolare di Ancona, del valore di 20.000,00 euro. Saranno inoltre assegnati la Targa della Critica (5.000,00 euro) e i premi Imaie, Siae e Unimarche (ciascuno di 2.5000,00 euro) rispettivamente per la migliore interpretazione, la migliore musica e il miglio testo.

PREMIO SISME AI MIGLIORI INTERPRETI
Già dalle Audizioni arriveranno i primi riconoscimenti: alla fine di ogni giornata, infatti, fra le 5 esibizioni in programma, una sarà premiata per la maggiore intensità e carica espressiva. All’artista che si distinguerà sugli altri verrà infatti assegnato il “Premio Sisme per la Migliore Interpretazione alle Audizioni Live”: un microfono professionale, offerto dalla Sisme (società marchigiana che importa e distribuisce nel mercato nazionale famosi marchi di strumenti musicali e apparecchiature audio) creato appositamente per i 20 anni di Musicultura.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X