Sedici incontri coi cittadini, Bravi:
«Partecipazione pubblica essenziale
per il governo della città»

RECANATI - Raccolte informazioni sulle esigenze e le priorità dei cittadini. L'amministrazione ricorda le iniziative partecipative avviate quali le Consulte della solidarietà attiva, della cultura e del benessere e quella dello sport in via di definizione

- caricamento letture
Antonio-Bravi-Sindaco-Recanati-3-1-325x217

Antonio Bravi, sindaco di Recanati

Con un bilancio di sedici incontri pubblici, diffusi su tutto il territorio comunale, si è appena conclusa la campagna di ascolto dell’amministrazione comunale di Recanati avviata nel 2023, durante la quale si sono raccolte informazioni preziose sugli attuali bisogni dei cittadini e sulle priorità che ognuno di loro attribuisce alla città.

«Nella campagna di ascolto abbiamo voluto creare uno spazio in cui i nostri concittadini e concittadine potessero esprimere apertamente le proprie opinioni, senza timore di giudizi o preconcetti. – ha dichiarato il sindaco Antonio Bravi – Il dibattito è stato ampio e talvolta vivace, con scambi di idee non sempre convergenti, ma anche un’utile occasione per chiarire qualche dubbio o correggere informazioni circolate in modo non corrispondenti ai reali fatti. Tutti i suggerimenti sono stati accuratamente raccolti, e ad oggi costituiscono un prezioso materiale per indirizzare alcune tra le azioni ancora possibili nell’ultimo stralcio di attività di questa amministrazione, consapevoli del fatto che non tutto quanto è stato proposto, sebbene si riconosca la bontà delle indicazioni, potrà essere realizzato, come si è consapevoli che una città ideale, senza alcun problema, non possa proprio esistere. Confronto e dialogo sono tuttavia le strategie per pensare a soluzioni per le sfide attuali e future che ci si trova ad affrontare. Come è ben noto ci siamo impegnati fin dall’inizio a considerare la partecipazione pubblica, in ogni settore, come lo strumento principe per il governo della città, e la campagna di ascolto, insieme alla costituzione delle Consulte e dell’Albo della cittadinanza attiva, è la testimonianza diretta dello sforzo verso la trasparenza».

«L’ascolto, il confronto e la partecipazione attiva dei cittadini – si legge in una nota del Comune – sono da sempre la parole chiavi su cui si basano le azioni di buon governo dell’amministrazione Bravi, fin dall’inizio del mandato, per garantire una gestione efficace e responsabile del territorio. Un politica che in questi anni ha promosso la nascita e la crescita di efficaci reti, strumenti e organi istituzionali di gestione comunale partecipata, ricordiamo in primis tra tutti nel 2020 l’istituzione dell’Albo della cittadinanza attiva che ha visto la creazione di comitati e la partecipazione di tanti recanatesi in numerose e importanti iniziative cittadine volte a alla cura e la rigenerazione dei beni comuni».
Il Comune ricorda quindi una serie di interventi effettuati in un’ottica di coinvolgimento dei cittadini: l’istituzione della Consulta della Solidarietà attiva dal 2022 per la creazione di un sistema di servizi sociali integrato, capace di coinvolgere e mettere in rete l’operato e le risorse dell’ente pubblico, del privato sociale, delle organizzazioni no- profit e della società civile. Nel 2023 ha preso il via la Consulta della Cultura e del Benessere per facilitare il dialogo tra le numerose associazioni recantesi, promuovendo la condivisione dei progetti, l’ottimizzazione delle risorse e rafforzando il valore dell’importante rete costruita nel corso degli anni.

A questi si aggiungerà a breve la Consulta dello Sport che contribuirà alla determinazione delle politiche sportive e delle scelte amministrative operate in città.

«Per quanto possibile, nei limiti consentiti dal bilancio e dalle forze lavorative in campo, abbiamo già iniziato a realizzare alcune azioni discusse con i cittadini e le cittadine durante gli incontri della campagna di ascolto, nell’ottica del miglioramento e della collaborazione, invitiamo quindi a seguire da vicino l’evoluzione delle iniziative e a continuare a fornire contributi utilizzando i canali istituzionali a disposizione – ha continuato il sindaco Bravi – proveremo a fornire gli aggiornamenti sull’avanzamento delle azioni più significative in corso, intraprese sulla base delle segnalazioni e proposte raccolte.

Siamo orgogliosi che nella nostra comunità ci siano persone attente al territorio e all’ambiente ed esprimiamo la nostra gratitudine a tutti coloro che hanno dedicato il proprio tempo a questi incontri e per aver impegnato le proprie energie nella discussione.

Ognuno e ognuna di noi può essere promotore del benessere della nostra città, adottando comportamenti e stili di comunicazione rispettosi delle persone e dei fatti, mai violenti e aggressivi. Continuiamo a credere, pensando di averne dato prova, nella forza del dialogo e della collaborazione per costruire una città sempre più partecipativa, inclusiva e orientata al bene comune».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
Podcast
Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X