Settecento episodi di spaccio
e oltre 21mila euro di profitti:
due pusher in manette

MACERATA - Ai domiciliari sono finiti un 45enne e un 38enne, entrambi residenti nel Fermano. Avrebbero spacciato eroina e hashish sia nel nostro capoluogo che nella provincia di Fermo. Indagine dei carabinieri nata da un sequestro di 52 grammi di droga che il 48enne nascondeva negli slip

- caricamento letture
arresti-carabinieri-2-e1707482660431-650x283

Stupefacente e materiale sequestrati nel corso degli arresti

di Gianluca Ginella

Un giro di spaccio che avrebbe fruttato, tra cessioni di hashish e di eroina, circa 21mila euro ad un 45enne e ad un 38enne del Fermano che sono stati arrestati ieri dai carabinieri su ordine di custodia cautelare. Ai domiciliari sono finiti Michele Miconi, 45 anni, di Montappone e D. B., 38, di Massa Fermana. L’operazione è dei carabinieri della Compagnia di Macerata (Nucleo operativo e radiomobile). I due arrestati sono sospettati di aver messo in piedi una fiorente attività di spaccio di droga tra maggio 2022 e dicembre 2023 sia a Macerata che in provincia di Fermo.

I carabinieri hanno ricostruito settecento episodi di spaccio tra eroina (265 grammi e) hashish (500 grammi). Da cui gli indagati avrebbero ottenuto un profitto illecito di 21.500 euro. I militari hanno ricostruito l’attività di spaccio con pedinamenti e servizi di osservazione.

arresti-carabinieri-1-650x546L’indagine è nata dal sequestro di 52 grammi circa di eroina che i militari del Nucleo operativo di Macerata hanno effettuato nella tarda serata del 10 novembre, a Montecosaro Scalo. I carabinieri hanno fermato un’Audi A3 con a bordo il 45enne Miconi. La droga il 45enne la teneva nascosta negli slip. I carabinieri hanno poi svolto una perquisizione a casa dell’uomo. Nell’abitazione hanno trovato materiale per confezionare la droga e due bilancini di precisione sporchi di stupefacente. Elementi che hanno spinto i militari a proseguire con le indagini sino a ricostruire il presunto giro di spaccio, che coinvolgerebbe anche il 38enne, e che ha portato agli arresti su disposizione del Gip che ha accolto le richieste della procura di Macerata (indagini coordinate dal pm Enrico Riccioni). Secondo gli inquirenti i due uomini si sarebbero assicurati l’approvvigionamento della droga da vari fornitori per poi rivenderla, secondo gli inquirenti, ad un nutrito e fidato gruppo di acquirenti. Ieri mattina i carabinieri hanno eseguito le misure cautelari. Nel corso dell’operazione hanno trovato un involucro di eroina, per 4,5 grammi, ed un flacone di metadone. I due uomini si trovano ai domiciliari con braccialetto elettronico. L’interrogatorio di garanzia è stato fissato per la prossima settimana. Ad assisterli gli avvocati Massimo Di Cola (per Miconi) e Eleonora Barbieri.

(Ultimo aggiornamento alle 16,35)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
Podcast
Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X