Addio a Maria Fiorella Conti,
prima donna sindaco nel Maceratese

MATELICA - Aveva 84 anni, è stata la prima cittadina dal 1975 al 1980. Professoressa stimata, scrittrice e giornalista, si è spenta all'ospedale di San Severino dopo una lunga malattia. Il funerale si terrà domani, sabato 10 febbraio, alle 15,30 nella chiesa di Regina Pacis

- caricamento letture
maria-fiorella-conti

Maria Fiorella Conti

di Monia Orazi

Matelica piange la professoressa Maria Fiorella Conti, insegnante appassionata che generazioni di alunni ricordano con affetto, scrittrice e giornalista, primo sindaco donna non solo della sua città ma prima a ricoprire la carica in provincia di Macerata, tra il 1975 ed il 1980.

La cultura l’ha sempre avuta come protagonista, nei suoi libri e nei suoi innumerevoli articoli aveva ricostruito tante vicende storiche. Si è spenta all’ospedale di San Severino dopo una lunga malattia, aveva 84 anni. Un messaggio di cordoglio giunge dall’amministrazione comunale che «si stringe intorno ai famigliari in queste ore di lutto, ricordando la forza e la tenacia dell’ex sindaco, qualità che sono state ampiamente dimostrate anche in questi ultimi anni in cui ha affrontato a testa alta le varie difficoltà. Maria Fiorella Conti amava tantissimo la sua città e per questo aveva dedicato gran parte della sua vita ad approfondirne la storia, servendo i suoi concittadini come sindaco tra il 1975 e il 1980. Matelica perde quindi un pezzo molto importante della sua comunità».

Anche il vicesindaco Denis Cingolani ha voluto ricordare la prima e sinora unica sindaco donna della città: «Oggi purtroppo ci ha lasciato la professoressa Fiorella Conti, donna di grande cultura, appassionata e studiosa di storia e di arte. È stata la prima donna a ricoprire la carica da sindaco nel 1975 anticipando indubbiamente di gran lunga i tempi moderni. Amata e stimata da tutti ha lasciato ricordi indelebili per la nostra Matelica, anzi, per la sua Matelica che amava con grande passione. Non dimenticheremo mai la sua immensa opera ed il suo prezioso contributo a questo territorio. Riposa in pace».

Tanti i ricordi di chi l’ha avuta come alunna. Scrive Paola: «Donna meravigliosa e di grande umanità. Avevi una cultura immensa ed una grande passione per la ricerca storica. Con te ho imparato a scrivere in maniera più che corretta e sei riuscita a trasformare i 3 in latino di mio figlio in 8». Si aggiunge la gratitudine di Silvia: «È con grande dolore che apprendo la tua perdita. Grazie Professoressa per tutto quello che hai fatto per noi ex studenti e per Matelica che amavi tanto. Che la terra ti sia lieve. Sentite condoglianze alla famiglia. Ciao Prof». La ricorda con un aneddoto un’altra alunna: «“Dimmi che merletto hai e ti dirò per chi parteggi”. Frase che ci diceva sempre per farci ricordare Guelfi e Ghibellini. Grazie per tutto prof, una bravissima insegnante e una grande donna. Condoglianze alla famiglia».

Maria Fiorella Conti lascia il fratello Pietro, la sorella Maria Teresa, la cognata Mirella, il cognato Mauro, i nipoti Massimiliano, Francesco, Eleonora e Ilaria. La camera ardente è stata allestita nella casa del commiato Le Vele. Il funerale di terrà domani, sabato 10 febbraio, alle 15,3o nella chiesa di Regina Pacis.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
Podcast
Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X