Un mix di pertosse e Vrs:
bimba di 15 giorni muore al Salesi

ANCONA - La piccola era venuta al mondo lo scorso 21 gennaio. La mamma aveva partorito all'ospedale pediatrico del capoluogo senza alcuna complicazione. Dimesse, la neonata ha iniziato a stare male nei giorni successivi. Sabato il ricovero d'urgenza nella rianimazione pediatrica

- caricamento letture
eb5481a5-deac-47d5-a09f-974c401c0021-325x244

L’ospedale pediatrico Salesi di Ancona

Neonata di 15 giorni muore all’ospedale Salesi di Ancona dopo aver contratto la pertosse e il Vrs (Virus repiratorio sincinziale). La piccola era arrivata in pronto soccorso al Salesi sabato scorso per poi essere subito trasferita in clinica pediatrica e quindi in rianimazione. Il problema una forma acuta di pertosse e Vrs.
Nel pomeriggio di ieri la piccola è morta mentre si trovava ricoverata nella struttura del capoluogo dorico. La bimba era nata lo scorso 21 gennaio. I genitori, residenti nell’hinterland di Ancona, erano andati proprio al Salesi dove la mamma aveva partorito senza alcuna complicazione.
Entrambe dimesse, niente avrebbe fatto presagire alla tragedia che sarebbe avvenuta poche settimane dopo. E’ a casa, infatti, che nei giorni seguenti la neonata ha iniziato successivamente a stare male. Una tosse con febbre che sono poi peggiorate al punto che sabato scorso i genitori l’hanno riportata all’ospedale pediatrico dove, a seguito di tutti gli accertamenti fatti, è stata ricoverata d’urgenza e affidata alle cure dell’équipe medica di Alessandro Simonini che ha fatto di tutto per strapparla alla morte. La situazione era però troppo grave.
A uccidere la bimba sarebbe stato dunque un mix di pertosse e Vrs, virus il cui periodo di maggiore contagiosità è compreso tra novembre e aprile, «con un picco proprio nei mesi di gennaio, febbraio e marzo – come rende noto il sito informativo dell’ospedale pediatrico Bambino Gesù -. Il periodo di incubazione (tempo che intercorre tra l’esposizione e i sintomi) è di circa quattro-sei giorni».
Purtroppo, sono proprio i «bambini più piccoli – neonati o nei primi mesi di vita – ad essere a maggior rischio di sviluppare una forma più grave di malattia». Al momento, non essendo stata ravvisata alcuna negligenza da parte della struttura ospedaliera, sulla vicenda non è stato aperto alcun fascicolo da parte della procura e non è stata disposta l’autopsia. Infine, per la pertosse esiste il vaccino, ma non può essere somministrato prima del compimento del secondo mese.

(di Redazione Cronache Ancona)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
Podcast
Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X