Travolto dal Bobcat guidato dallo zio,
operaio muore a 45 anni

VISSO - Davide Gentili ha perso la vita in un tragico incidente sul lavoro nel piazzale della ditta Pietro Cardurani che si occupa di movimento terra. Secondo una prima ricostruzione il titolare dell'impresa non si è reso conto della presenza del nipote. Era molto conosciuto in paese: «Una gran brava persona e un gran lavoratore»

- caricamento letture
Immagine-WhatsApp-2023-12-04-ore-16.15.16_a093e7a4-650x488

Il luogo dell’incidente

di Monia Orazi 

Tragico incidente sul lavoro, operaio muore a 45 anni. E’ successo verso le 13,30 a Visso. Davide Gentili, operaio della ditta Pietro Cardurani è morto investito in retromarcia dal Bobcat manovrato dallo zio, titolare dell’impresa con cui lavorava da vent’anni, nel piazzale dell’azienda sita al chilometro 66,800 della Valnerina in direzione Preci.

davide-gentili-1-325x259

Davide Gentili

Una tragedia nella tragedia, che ha destato profondo cordoglio nella zona, dove tutti e due sono molto conosciuti. Entrambi questa mattina erano stati a lavorare ad uno scavo ad Ussita, poi erano rientrati in azienda e il titolare è salito sul Bobcat, quando per cause al vaglio del servizio di prevenzione e sicurezza degli ambienti di lavoro Spsal dell’Ast e dei carabinieri della compagnia di Camerino, coordinati dal capitano Angelo Faraca, è stato investito dal mezzo, morendo sul colpo.

Immediato l’allarme, ma purtroppo quando sul posto sono arrivati gli operatori del soccorso di emergenza sanitaria, non hanno potuto far altro che constatare la morte di Davide Gentili. Il 45enne che aveva compiuto gli anni lo scorso 17 novembre, lascia la compagna e il fratello Maurizio. «Una gran brava persona ed un gran lavoratore», il ricordo unanime di tanti vissani. Gentili era conosciutissimo in tutta Visso e dintorni, era una persona cordiale e affabile, sempre pronto a scambiare due chiacchiere con chiunque incontrasse.

visso-incidente-mortaleDa circa vent’anni lavorava nell’impresa dello zio, occupandosi del movimento terra e lavorando a stretto contatto con lui. La notizia della sua morte si è subito sparsa in paese, suscitando profonda incredulità e tanta commozione, vista anche la giovane età della vittima. Secondo una prima ricostruzione il titolare dell’impresa non si sarebbe reso conto della presenza dell’operaio, ma saranno gli accertamenti a dare un quadro preciso di quanto accaduto.

incidente-mortale-vissoÈ stato posto sotto sequestro il Bobcat che ha investito il giovane. Per il momento la salma è stata trasportata all’obitorio dell’ospedale di Camerino, a disposizione dell’autorità giudiziaria che ha disposto l’ispezione cadaverica, per accertare meglio le cause della morte. Solo successivamente sarà restituita alla famiglia. Ulteriori elementi utili alle indagini verranno dalle immagini della telecamera, in dotazione ordinaria a tutti i mezzi Bobcat.

Nel Maceratese è il secondo incidente mortale sul lavoro nel giro di una settimana. Lunedì scorso, infatti, era morto poche ore dopo il ricovero l’operaio 63enne di Apiro Doriano Maggiori, colpito dal tronco di un albero mentre stava pulendo gli argini del fiume Potenza a San Severino.

(ultimo aggiornamento alle 18,45)

morto-visso-650x488_censored-1

Immagine-WhatsApp-2023-12-04-ore-16.15.17_08e02ed3-650x488

 

 

 

Colpito in testa da un ramo, è morto l’operaio 63enne

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
Podcast
Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X