Convegno e concerto
in ricordo di Augusto Marchesini

MACERATA - Domani e sabato gli incontri in memoria del notaio amante della musica, benefattore della città con i suoi importanti lasciti

- caricamento letture
Augusto-Marchesini

Augusto Marchesini

Musica e convegno per ricordare i 150 anni dalla nascita di Augusto Marchesini, benefattore della città. È in programma per l’1 e il 2 dicembre la serie di appuntamenti in memoria di una delle figure di spicco della storia di Macerata che si impegnò economicamente per l’educazione e la divulgazione musicale. Infatti, il primo dicembre 1873 nasceva da famiglia benestante il futuro notaio Marchesini che nel proprio testamento dispose dei lasciti destinati alla Biblioteca Mozzi-Borgetti e al Museo Marchigiano del Risorgimento di Macerata. Inoltre, fornì un un lascito di ben 300 milioni di lire per l’istituzione di un Ente per l’educazione e l’istruzione bandistica gratuita dei giovani residenti a Macerata, Appignano, Corridonia e Urbisaglia.

Proprio attraverso la musica quindi si svilupperanno gli incontri per ricordarlo. Il primo dicembre alle 18 nella Sala Castiglioni della Biblioteca Comunale Mozzi-Borgetti di Macerata sarà presentato il concerto del Duo Variandi (Antonio Simone Palmisano e Davide Minerva) mentre il  2 dicembre alle 9,30 all’auditorium della Biblioteca Comunale Mozzi-Borgetti di Macerata si terrà il convegno “La Banda musicale: significati, storia e attualità” con la partecipazione di Mirko Grasso (“Marchesini tra politica e storia”), Paolo Peretti (“Libri di bande. Riflessioni di metodo tra storia e musica con esempi marchigiani)”, Stefania Gitto (“L’eredità bandistica tra archivi e biblioteche: strategie di tutela e valorizzazione del patrimonio musicale”) e Laura Fermanelli (“La banda oggi: percorsi e prospettive”).

duo-variandi-2-506x650

Il duo Variandi si esibirà il primo dicembre alle 18

Augusto Marchesini si laureò con una tesi in diritto civile nell’ateneo maceratese. Per circa vent’anni esercitò la professione notarile in diversi centri della provincia per rientrare a Macerata nel 1924 dove fu a lungo presidente del Collegio notarile distrettuale maceratese.  Inoltre è ricordato come benefattore e musicofilo. Cultore della storia medievale e di temi risorgimentali, amante dei viaggi, ebbe una grande passione per la musica e credette fortemente all’utilità della pratica bandistica. Morì nel 1954. Nelle disposizioni testamentarie stabilì la creazione di un ente benefico che si occupasse della formazione musicale di giovani del territorio destinando a tal fine la maggior parte del suo patrimonio. Nell’arco di due anni successivi alla morte del notaio venne costituita una banda dal nome “Banda Augusto Marchesini”, con settantacinque esecutori, sulle orme di quella che era stata la banda musicale “Lauro Rossi” di Macerata. La Fondazione che porta il suo nome non ha scopo di lucro e, compatibilmente con le proprie risorse economiche, istituisce borse di studio presso i Conservatori musicali delle Marche, organizza concorsi, concerti, rassegne e altre manifestazioni musicali, promuove ogni iniziativa per favorire la formazione e la diffusione della cultura musicale.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
Podcast
Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X