A 7 anni dal sisma riapre il sentiero
che porta alle cascate dell’Acquasanta
«Momento storico per l’escursionismo»

BOLOGNOLA - Era stato chiuso dopo il terremoto del 2016 perché una grossa frana incombeva su una zona del percorso, uno dei più frequentati del Parco dei Sibillini

- caricamento letture

Screenshot_20230803-154600_Samsung-Internet-320x400

di Monia Orazi

Torna ufficialmente percorribile a Bolognola il sentiero E4, che da Villa da Capo conduce alle forre ed alle cascate della valle dell’Acquasanta. Era stato chiuso dopo il terremoto del 2016 perché una grossa frana incombeva su una zona del percorso, uno dei più frequentati del Parco dei Sibillini.

«Un momento storico per l’escursionismo post sisma del parco dei Sibillini – lo ha definito la guida ambientale del parco Simone Gatto – dopo 7 anni è ufficialmente riaperto il sentiero E4 nel Comune di Bolognola che conduce alle forre ed alle cascate dell’Acquasanta».

Il percorso si sviluppa su circa due chilometri ed un dislivello di circa 370 metri, attraversa il torrente Fiastrone nel suo tratto iniziale, per poi entrare dopo aver aggirato il balzo della Croce, nella fresca e lussureggiante valle dell’Acquasanta, all’ombra di faggi, aceri e tassi giunge fino alla zona delle cascate, alla suggestiva forra stretta tra i versanti scoscesi del Monte Cacamillo e della Punta Bambucerta.

Il sindaco di Bolognola Cristina Gentili ha revocato l’ordinanza emessa il 27 agosto 2016 a seguito del terremoto, dato che sono stati ormai realizzati lavori per sistemare i dissesti causati dalla frana ed per evitare il rischio idraulico lungo il percorso che raggiunge la valle dell’Acquasanta con le sue spettacolari cascate. Nella nuova ordinanza è stato stabilito che il sentiero sarà percorribile solo in caso di bel tempo, infatti si raccomanda «di considerare sistematicamente chiuso il sentiero,.lungo tutto il suo percorso in caso di diramazione di  allerta meteo dalla sala operativa unificata permanente di protezione civile della Regione Marche, a seguito di avviso di avverse condizioni meteo o in caso bollettino di criticità idrogeologica e idraulica, o di rischio valanghe per tutta la durata della validità dell’allerta».

Il sentiero identificato con la sigla E4 parte dalla località Villa da Capo di Bolognola e in circa due ore conduce alla valle dell’Acquasanta dove si trova delle forre ed il salto di roccia con le cascate. È un percorso abbastanza accessibile e si sviluppa all’ombra di foreste ma nell’ultima parte presenta delle difficoltà di percorrenza, con un tratto considerato adatto ad escursionisti esperti.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
Podcast
Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X