Ricostruzione, oltre 340mila euro
per quattro incarichi di progettazione

MACERATA - I lavori riguardano Palazzo Buonaccorsi, la ex scuola elementare di Borgo Peranzoni a Villa Potenza, uno stabile di via Crispi e la sede comunale di viale Trieste. L'assessore Marchiori: «L’affidamento ai professionisti servirà anche a capire meglio quali tipi di interventi verranno realizzati in questi siti che sono stati individuati come primi beneficiari delle risorse messe a disposizione nel post sisma»

- caricamento letture

Macerata_Buonaccorsi_Sala-Eneide

La Sala dell’Eneide a Palazzo Buonaccorsi

di Mauro Giustozzi

Ricostruzione pubblica nel capoluogo, si va avanti con gli incarichi di progettazione da parte del Comune per interventi di rigenerazione urbana che riguarderanno nell’immediato Palazzo Buonaccorsi, la ex scuola elementare di Borgo Peranzoni a Villa Potenza, uno stabile di via Crispi e la sede comunale di viale Trieste nei locali ex distretto. Le risorse a disposizione sono relative ai fondi del Programma unitario di rigenerazione urbana per la ricostruzione post sisma che l’Ufficio speciale per la ricostruzione e la Regione Marche hanno messo a disposizione dei comuni facenti parte del cratere.

L’importo finanziato suddiviso per singolo intervento prevede per Palazzo Buonaccorsi 800mila euro, l’ex scuola elementare di Borgo Peranzoni per 2 milioni di euro e lo stabile di via Crispi per 700mila euro. Ulteriori 2 milioni e 650mila euro sono fondi destinati al recupero della sede comunale di viale Trieste. Considerato l’approfondimento progettuale definitivo ed esecutivo degli interventi e vista l’impossibilità oggettiva di poterlo svolgere utilizzando le risorse professionali disponibili all’interno del Comune di Macerata, impegnate con i progetti finanziati con i fondi Pnrr, l’amministrazione ha esternalizzato questi incarichi a figure professionali esterne. Ecco quindi che la progettazione definitiva ed esecutiva dell’intervento di riparazione con rafforzamento locale di Palazzo Buonaccorsi è stata affidata all’architetto Tobia Oresti di Macerata per un importo spesa di 50.752,00 euro; per i lavori di miglioramento sismico degli uffici comunali di viale Trieste 24 (ex distretto militare) l’incarico è stato affidato allo studio Planingegneria di Macerata per un importo di 123.391,52 euro. Per l’edificio via Crispi la progettazione architettonica e strutturale definitiva ed esecutiva dell’intervento sarà svolta dall’architetto Marcello Santini di Santa Maria Apparente per un importo di 56.958,38 euro mentre la progettazione definitiva ed esecutiva dell’intervento miglioramento sismico dell’edificio comunale di Borgo Peranzoni di Villa Potenza, sede delle associazioni, viene affidata all’ingegnere Paolo Musicanti di Macerata per un importo di 116.425,03 euro. Tutti i compensi sono al lordo degli oneri previdenziali e fiscali.

Marchiori_Giunta_FF-9-325x217

L’assessore Andrea Marchori

Questi interventi strutturali prioritari sono stati individuati dall’amministrazione Parcaroli in quanto strategici e funzionali: la scelta non è casuale ma è stata fatta tenendo conto sia della situazione emergenziale che dell’entità del finanziamento che è stato concesso, con la consapevolezza che verranno poi programmati tutti gli altri interventi attesi non appena saranno messe a disposizione le ulteriori risorse. Massima attenzione è stata prestata a Palazzo Buonaccorsi e allo stabile di via Crispi, che si pone anche come completamento del complesso della Biblioteca comunale, nonché all’ex scuola di Villa Potenza in cui ha sede il centro civico nel cuore della frazione. Così come la sistemazione della sede municipale di viale Trieste costituisce un valore aggiunto per il recupero del patrimonio edilizio pubblico.

«L’affidamento degli incarichi ai professionisti -afferma l’assessore ai Lavori pubblici, Andrea Marchiori- servirà anche a capire meglio quali tipi di interventi verranno realizzati in questi siti comunali che sono stati individuati come primi beneficiari delle risorse messe a disposizione nella ricostruzione post sisma. E’ chiaro che si tratta in linea di massima di lavori che riguarderanno il miglioramento sismico delle strutture che però sarà diverso secondo le esigenze che verranno riscontrate dai progettisti incaricati. Un lavoro che dovrà essere completato nei prossimi mesi ed entro l’anno in corso contiamo di affidare l’appalto delle opere in modo che possano partire nel più breve tempo possibile. Tra i prossimi interventi ci sarà, poi, l’ex asilo di via Alfieri, altro stabile strategico del nostro patrimonio edilizio che è stato per troppi anni lasciato in decadimento». Nell’elenco degli interventi sisma richiesti dall’amministrazione ci sono pure l’auditorium San Paolo (12 milioni di euro) il palazzo municipale di piazza della Libertà per 3 milioni e 900 mila euro, teatro Lauro Rossi (1 milione e 800 mila euro), palazzo Rossini (850 mila euro), Sferisterio (1 milione e 800 mila euro), Asilo Ricci (950 mila euro), Monumento ai Caduti (500 mila euro).



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
Podcast
Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X