Controlli nei fiumi,
multe per 12 mila euro e due denunce

IL BILANCIO dell'attività dei carabinieri forestali in questo specifico settore: controllate le captazioni per l'irrigazione dei campi, il rispetto del deflusso minimo vitale e i lavori eseguiti nei corsi d'acqua. Undici le sanzioni a Pieve Torina, Corridonia, Montecassiano, Montelupone, Recanati e Porto Recanati. IL VIDEO

- caricamento letture

Due denunce e 12mila euro di multe. E’ il bilancio dell’attività dei carabinieri forestali per quanto riguarda il controllo dei fiumi. Nel 2022 le 11 undici stazioni dipendenti dal Gruppo di Macerata hanno controllato un totale di 49 captazioni a scopo irriguo, attestandone la regolarità in gran parte dei casi.

forestale-fiumi-controlli

Controlli della Forestale nei corsi d’acqua

Infatti, a fronte dei controlli effettuati, sono state contestate 11 violazioni, accertate nel reticolo fluviale ricadente nei comuni di Pieve Torina, Corridonia, Montecassiano, Montelupone, Recanati e Porto Recanati. In particolare, tra queste, sono state elevate 3 sanzioni per prelievo in assenza di licenza o concessione di attingimento, mentre sono state 5 le sanzioni per mancata installazione dei misuratori di portata, infine 3 quelle per il mancato rispetto delle prescrizioni del disciplinare, tra cui i limiti quantitativi in funzione del razionamento orario. Inoltre i militari, hanno verificato il rispetto del deflusso minimo vitale in 3 derivazioni idroelettriche, riscontrando che 2 impianti, collocati sui fiumi Chienti e Tenna, non stavano rispettando tale prescrizione.

forestale-fiumi-controlli1-325x200L’ammontare complessivo delle sanzioni contestate nel periodo estivo, all’esito dei controlli sui prelievi irrigui e sulle derivazioni idroelettriche, è di circa 12mila euro euro. Impegno costante anche nel controllo dei lavori eseguiti all’interno dei fiumi e nella vigilanza della corretta regimazione delle acque: due le denunce per opere eseguite in alveo senza autorizzazione o nulla osta idraulico, accertate a Pollenza e Civitanova.

Per il 2023 il Gruppo di Macerata, nell’ambito della convenzione con la Regione Marche, predisporrà una intensiva campagna di controllo, con l’obiettivo di far fronte alle due grandi sfide che il cambiamento climatico sta lanciando anche nel territorio maceratese: la penuria d’acqua nella stagione estiva e la difficoltosa regimazione dei corsi d’acqua nel periodo invernale.

(redazione CM)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
Podcast
Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X