Piero Ciampi “rivive” a Macerata

LO SPETTACOLO dedicato al grande artista organizzato da Arci con la collaborazione del Teatro della Comunità e il patrocinio del Comune. Massimiliano Sport Bianchini: «Un grande risultato che dimostra l’interesse per un certo tipo di cultura non omologata»
- caricamento letture
INCIAMPI-ARCI-MC-E-TEATRO-DELLA-COMUNITA

Gli applausi del pubblico

È stata una serata emozionante e di successo quella andata in scena lo scorso giovedì 19 gennaio all’Asilo Ricci di Macerata. L’evento “Inciampi”, organizzato da Arci Macerata in collaborazione con il Teatro della Comunità e con il patrocinio del Comune, ha avuto l’onore di essere inserito nel calendario nazionale di manifestazioni dedicate al grande artista nell’ambito del Premio Piero Ciampi.

MARCO-DI-STEFANO-E-MASSIMILIANO-SPORT-BIANCHINI

Marco Di Stefano e Massimiliano Sport Bianchini

Marco Di Stefano, attore e regista di cinema e teatro e fondatore del Teatro della Comunità, è stato il grande protagonista, ed ha costruito uno spettacolo in cui si sono alternate canzoni, poesie e musiche dell’artista livornese. Un vero e proprio viaggio nella vita e nelle opere di Ciampi reso possibile anche grazie alla bravura e all’azione magica di Tanya khabarova (che è stata il contrappunto visivo) e al tocco accurato di Nicola Campanile (che con la sua chitarra ha accompagnato la serata). Gli artisti che si sono esibiti sono riusciti a regalare momenti struggenti, ironici, malinconici, profondi ed appassionati.

INCIAMPI«La serata ha rappresentato un incontro tra passato, presente e futuro – ha commentato Di Stefano. – I 20 anni di attività del Teatro della Comunità hanno sedimentato generazioni di persone che ci seguono e che partecipano fin dal 1999. Con questo spettacolo abbiamo cercato di riconfermare la nostra presenza nel territorio, proponendo una forma di teatro che parte dai cittadini. Ringrazio Massimiliano Bianchini che ci ha offerto la possibilità di prendere parte a questo grande spettacolo itinerante in onore di Piero Ciampi. L’obiettivo per il futuro è quello di ripresentare lo spettacolo proponendolo anche attraverso la rete di circoli Arci. Vorremmo poi lavorare insieme al Comune e alla Regione per poter usufruire di finanziamenti che permettano di progettare un vero festival».

Sono 16 le città italiane che hanno aderito alle iniziative del Premio Ciampi, tra cui Macerata appunto. Un’occasione per ricordare un grande artista ma anche per ribadire il sostegno a coloro che non si arrendono di fronte alle difficoltà nell’ambito artistico e culturale, e un manifesto contro ogni forma di omologazione culturale. Proprio su questo aspetto si sofferma il presidente di Arci Macerata, Massimiliano Sport Bianchini: «C’è grandissima soddisfazione da parte nostra per la partecipazione riscontrata, che è stata superiore alle attese. Uno spettacolo di qualità e gratuito, che riporta l’attenzione su un certo tipo di cultura che rischia di essere dimenticata e sulla quale invece noi vogliamo puntare fortemente».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X