Due tori maceratesi a San Pietro
per la benedizione di Sant’Antonio

POLLENZA - L'azienda Morica è l'unico allevamento marchigiano a partecipare alla Giornata dell'allevatore in Vaticano
- caricamento letture

 

Marcolini-e-Santori-con-il-cardinale

Marcolini e Santori con il cardinale Mauro Gambetti

C’erano anche due tori del peso di 14 quintali ciascuno, provenienti dall’azienda “Morica” di Pollenza, lunedì, in piazza San Pietro, a Roma, per la benedizione, nel giorno di Sant’Antonio Abate, protettore degli animali. Unico allevamento marchigiano a partecipare alla Giornata dell’allevatore in Vaticano, promossa da 16 anni dall’Associazione italiana allevatori.
Ilario Marcolini e Sandra Santori che gestiscono l’azienda con ben 870 bovini, a Pollenza, hanno portato due splendidi esemplari di razza marchigiane e chianina che hanno ricevuto grandi apprezzamenti dai visitatori che hanno partecipato.
Durante la mattinata il cardinale Mauro Gambetti, vicario generale per la Città del Vaticano e presidente della Fabbrica di San Pietro, ha celebrato la Santa Messa all’Altare della Cattedra nella Basilica di San Pietro, quindi, malgrado la pioggia persistente, ha assistito alla conclusione della sfilata dei carabinieri a cavallo e dei butteri lungo via della Conciliazione e ha impartito la benedizione degli animali radunati in piazza Pio XII, di fronte alla Basilica.
Ilario-Marcolini-con-i-suoi-toriUna cerimonia di grande impatto per la presenza di animali di tutte le specie e un’occasione per esibirne la loro bellezza, a cominciare dai tori maceratesi, così come avveniva durante la Raci, la manifestazione che si spera torni presto al Centro Fiere di Macerata una volta terminati i lavori, e che per decenni ha costituito una della più importanti rassegne dedicate agli animali e in particolare alla rinomata razza bovina marchigiana.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X