«Settimo Natale dopo il sisma,
aspettiamo un bel dono
sotto l’albero: la nostra casa»

PIEVE TORINA - Sabato 3 dicembre alle 17, all’area sae, prenderanno simbolicamente il via, con l’accensione delle luminarie, le festività natalizie. Il sindaco: «Accendiamo una luce per ricordare a chiunque passi, che siamo ancora qui, in tanti, augurando un Natale di serenità soprattutto a chi, da troppo tempo, una casa non ce l’ha»
- caricamento letture

 

gentilucci_2022-e1651165462219-325x263

Alessandro Gentilucci, sindaco di Pieve Torina

Pieve Torina si prepara al Natale. Sabato 3 dicembre alle 17, all’area sae, prenderanno simbolicamente il via, con l’accensione delle luminarie, le festività natalizie. «Lo faremo insieme a tutta la cittadinanza e in particolar modo ai più piccoli – dice il sindaco Alessandro Gentilucci– . E’ il settimo Natale dopo il sisma, e tutti quanti noi aspettiamo di trovare un bel dono sotto l’albero: la nostra casa. È per questo che sollecito le istituzioni a garantire i finanziamenti adeguati che pongano la nostra gente in condizione di poter ricostruire. Sarà anche l’occasione per inaugurare il nuovo parco giochi in via Aldo Moro, scelto insieme alle mamme di Pieve Torina perché saranno i loro figli ad usufruirne. Ed è proprio questo spirito di condivisione che anima la mia comunità, che mi inorgoglisce: una comunità che non si arrende, che lotta e che supera le difficoltà. E allora – conclude il primo cittadino di Pieve Torina – accendiamo una luce per ricordare a chiunque passi, che siamo ancora qui, in tanti, augurando un Natale di serenità soprattutto a chi, da troppo tempo, una casa non ce l’ha».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X