Spariti 300mila euro delle slot:
due anni per appropriazione indebita

CIVITANOVA - Sotto accusa l'amministratore delegato che avrebbe dovuto versare i soldi alla società e alla Sisal. Oggi la sentenza al tribunale di Macerata
- caricamento letture

SalaVLT_SlotMachine_FF-5-650x433

 

Accusato di essersi appropriato di 300mila euro che erano incassi delle macchinette slot di un locale di Civitanova, condannato a 2 anni l’amministratore delegato. Secondo l’accusa, sostenuta dal pm Francesca D’Arienzo, l’uomo, Mauro Rafanelli, 56 anni, originario di San Ginesio e residente a Corridonia, tra il 2014 e il 2015, in qualità di amministratore delegato della Royal gestioni srl si sarebbe appropriato di parte dell’incasso prelevato con cadenza giornaliera dalle macchinette slot e vlt del locale.

renato-coltorti

L’avvocato Renato Coltorti

L’uomo era preposto alle operazioni di conteggio e prelievo degli incassi delle macchinette. L’accusa parla di importi annuali trattenuti per 160mila euro circa nel 2014 e 150mila euro nel 2015. Quel denaro avrebbe dovuto andare in parte alla sua società e in parte alla Sisal. Oggi la sentenza del giudice Francesca Preziosi del tribunale di Macerata. L’accusa aveva chiesto la condanna a 2 anni. Il giudice ha condannato l’imputato, difeso dall’avvocato Sergio Del Medico, a due anni, pena sospesa. Inoltre ha disposto una provvisionale di 10mila euro alla parte civile (assistita dall’avvocato Renato Coltorti).  

(Gian. Gin.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X