Torna il banco alimentare
«30% di richieste in più di aiuti»

CIVITANOVA - In sei supermercati della città sabato 26 novembre sarà possibile donare prodotti a lunga scadenza per i pacchi alimentari
- caricamento letture

banco-alimentare

Torna sabato 26 novembre la colletta del banco alimentare, una manifestazione di generosità che va avanti da 26 anni. Il progetto finalizzato al recupero delle eccedenze alimentari dei supermercati e alla raccolta di beni di prima necessità da distribuire poi a strutture caritative che offrono pasti o pacchi alimentari a persone che vivono in difficoltà da quest’anno ha un supporter in più. Moschettoni-Gaglioppa-Capponi-Del-Baldo-ContiL’amministrazione comunale infatti ha voluto essere in prima linea e contribuirà alla riuscita della giornata nazionale anche attraverso mezzi e militi della protezione civile. L’evento è stato presentato dall’assessore ai servizi sociali Barbara Capponi, da Barbara Moschettoni responsabile della Caritas diocesana e locale, da Sara Conti responsabile della comunicazione del banco alimentare Marche. Presenti anche Roberto del Baldo responsabile dei rapporti con i supermercati del banco alimentare, Angelo Gaglioppa referente locale.

I punti vendita dove sarà possibile contribuire con alimenti a lunga conservazione sono lo Spazio Conad del Cuore Adriatico e il Conad di via Zavatti, il Superstore Coal di via Carducci, gli Eurospin di via Fontanella e di Fontespina, il Lidl, la Coop e il Tigre di via Civitanova. «L’entità delle donazioni – ha spiegato Gaglioppa – non è proporzionata alla superficie del supermercato, né al numero di clienti presenti, né alla tipologia o al costo dei prodotti. Ciò che fa la differenza è il cuore delle persone: si raccoglie più cibo quando le persone danno fiducia della raccolta».

Secondo i dati diffusi negli ultimi mesi, causa crisi energetica e post pandemia si è registrato un + 30% di richieste. «Nelle Marche – ha riferito Conti – ci sono 42mila bisognosi di beni alimentari. Il banco può contare sull’aiuto di 350 strutture, 4 mila volontari e 93 sono i punti aderenti nella provincia di Macerata. Il banco alimentare, da sempre, garantisce la catena della ridistribuzione ed è possibile seguire l’attività del banco sul sito internet». Per la giornata della colletta, sabato prossimo, 26 novembre, a Civitanova saranno presenti almeno 150 volontari per coprire tutte le ore di apertura dei punti vendita e la consegna degli alimenti al centro di raccolta provinciale. Nei locali della Caritas cittadina, sono oltre 500 le famiglie che ricevono il servizio solidale. «Chi può aiuta chi non può e si mettono in circolo le buone energie per la collettività – ha dichiarato Barbara Moschettoni. Il Comune, i donatori e i volontari danno una grossa mano a chi non ce la fa ad andare avanti con le proprie forze. Attraverso il pacco alimentare vogliamo arrivare al cuore delle persone, e valorizzare anche l’aspetto educativo del gesto. Crediamo molto nelle potenzialità della comunità e nell’aiuto reciproco perciò speriamo di continuare a lavorare con questa sinergia».

«Quest’anno la guerra, la crisi economica e l’aumento dei prezzi dei prodotti alimentari fanno registrare un notevole incremento dei bisogni e del numero dei poveri, ma anche una diminuzione della capacità di spesa delle persone – ha aggiunto Angelo Gaglioppa – con la colletta alimentare vogliamo riaffermare che, condividendo il bisogno dell’altro, è possibile ripartire a costruire la solidarietà, un popolo e la pace». L’assessore Capponi ha infine tenuto a ringraziare tutte le persone coinvolte nel progetto, una rete di solidarietà a cui il Comune stringe sempre la mano. «C’è un rapporto stretto tra Caritas e servizi sociali e poniamo molta attenzione a far arrivare i sostegni necessari – ha concluso l’assessore Barbara Capponi – agiamo sempre in un’ottica del doppio binario, perché la solidarietà è sempre è una occasione di crescita e di miglioramento per tutti, per chi riceve e per chi dà, ognuno in base alla propria possibilità. I Civitanovesi sono generosi, ci auguriamo siano in tanti a dare sostegno».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X