Centro storico di Muccia,
verso un’ordinanza speciale.
Bis per la ricostruzione di Visso

SISMA - Il sindaco Baroni spiega che «gli uffici comunali potranno trasferirsi a palazzo Spinabella, poi una volta terminati i lavori in centro storico, a palazzo Paparelli»
- caricamento letture

 

Ordinanza-speciale-Muccia-e-Visso-4-650x486

Un momento dell’incontro a Muccia con il commissario Legnini

di Monia Orazi

Verso un’ordinanza speciale per ricostruire l’aggregato di palazzo Paparelli a Muccia, che in futuro ospiterà gli uffici comunali, e verso un’ordinanza speciale bis per Visso, che ha ottenuto il via libera al cronoprogramma di ricostruzione del centro storico e ne predisporrà nelle prossime settimane anche uno per le frazioni, espressamente richiesto dal sindaco.

Ordinanza-speciale-Muccia-e-Visso-5-325x244E’ questo il bilancio della visita del commissario straordinario alla ricostruzione Giovanni Legnini, che oltre ad aver inaugurato il parcheggio a Bolognola, ha fatto il punto sulla ricostruzione, con amministrazioni comunali e tecnici anche a Visso, Muccia e Pioraco, oltre a Montegallo fuori provincia.

«Sono intervenuti anche i proprietari degli edifici del centro storico, oltre ai tecnici comunali – spiega il sindaco di Muccia Mario Baroni -. Si andrà verso un’ordinanza speciale per accelerare la ricorda del centro storico di Muccia. Gli uffici comunali potranno trasferirsi a palazzo Spinabella, poi una volta terminati i lavori in centro storico, a palazzo Paparelli. Mi dispiacerebbe molto se Legnini non fosse confermato, ha portato la svolta nella ricostruzione, competenze e presenza sul territorio. L’ordinanza permetterà di recuperare in tempi più veloci la parte storica di Muccia».

Ordinanza-speciale-Muccia-e-Visso-3-325x244«Il caso di Muccia, dove si sblocca la ricostruzione di un aggregato edilizio molto grande nel cuore del borgo, ferma da 25 anni, forse è simbolico – si legge nella nota del commissario -. Danneggiato dal terremoto del 1997, con i lavori mai ultimati, questo isolato di edifici ha subito danni importanti anche nel 2016, e tutto è rimasto fermo, per la mancanza di un piano e i dissidi tra le diverse proprietà: il Comune, la diocesi, privati cittadini, alcuni irreperibili, una fondazione. Ieri sul tavolo c’era un piano dettagliato, messo a punto dal Comune con il supporto della struttura commissariale, ed intorno tutti i soggetti interessati. Sfruttando le procedure semplificate introdotte con le ordinanze si è trovato un pieno accordo tra tutti, che consentirà la presentazione del progetto di ricostruzione in tempi rapidi, ed auspicabilmente di restituire presto a Muccia il suo splendido centro storico, oggi ancora inaccessibile».

Ordinanza-speciale-Muccia-e-Visso-1-325x244

L’incontro a Visso

A Visso gli argomenti affrontati con l’amministrazione comunale sono stati la seconda ordinanza speciale da varare per accelerare ulteriormente il percorso di ricostruzione, il cronoprogramma del centro storico ormai pronto che ha ottenuto il via libera e ormai può essere presentato, le opere pubbliche in corso, tra cui la gara di progettazione per l’aggregato di San Francesco, ed in esecuzione come l’ex scuola Capuzi, un’ipotesi di strada alternativa a Villa Sant’Antonio. Il sindaco Gian Luigi Spiganti Maurizi ha chiesto il cronoprogramma per la ricostruzione delle frazioni, dovrebbe essere predisposto nelle prossime settimane, esprimendo la propria soddisfazione per l’incontro.

Ordinanza-speciale-Muccia-e-Visso-2-650x488

Ieri l’inaugurazione del parcheggio e area camper di Bolognola

Ordinanza-speciale-Muccia-e-Visso-6-650x366

Ordinanza-speciale-Muccia-e-Visso



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X