Festival del folklore,
gruppi ricevuti in Provincia

MACERATA - Sono arrivati dal Messico, dagli Stati Uniti, dalla Slovacchia e dall’Ungheria, accolti dal presidente dell'ente, Sandro Parcaroli, e dall'assessore comunale Riccardo Sacchi
- caricamento letture

 

foto-di-gruppo

I gruppi in Provincia

 

Gruppi folkloristici in Provincia questo pomeriggio, incontro con il presidente Sandro Parcaroli e l’assessore del comune di Macerata, Riccardo Sacchi. Si tratta dei gruppi internazionali che partecipano alla 28esima edizione del Festival del Folklore, organizzata da Li Pistacoppi. Accompagnati da Maria Assunta Evangelista, presidente del gruppo maceratese, nella sala consiliare dell’ente per uno scambio di doni e saluti, sono state accolte le delegazioni dei gruppi provenienti dal Messico Occidente Corazon De Jalisco, dagli Usa di origine azteca Danza Xocoyote, dalla Slovacchia con il Gruppo folklorico Urpin e dall’Ungheria con Hortbagy Folk Dance Ensemble.

«Voglio ringraziare Li Pistacoppi per il grande lavoro che svolgono nel tramandare le nostre tradizioni – ha detto Parcaroli -. Tenere vivo il nostro passato è fondamentale perché se non insegniamo ai ragazzi da dove veniamo, non possiamo aiutarli a costruire il loro futuro». «Le tradizioni e il folklore sono tra i migliori veicoli che abbiamo per promuovere il nostro territorio – ha aggiunto l’assessore Sacchi – e Li Pistacoppi, da anni, fanno questo in maniera meritoria, consentendoci di far conoscere le nostre radici in giro per il mondo. Valorizzare il nostro patrimonio culturale e popolare preservandolo e trasmettendolo alle nuove generazioni è uno dei compiti che dobbiamo e vogliamo portare avanti con determinazione». La presidente Evangelista, dopo aver ringraziato la Provincia e il Comune per l’accoglienza, ha voluto ricordare come questa 28esima edizione del Festival del Folklore rappresenti un «ritorno alla normalità, nonostante ci siano ancora molte difficoltà a livello mondiale. Ma, ancora di più in un momento del genere, vogliamo ribadire attraverso la musica e la danza, che le proprie radici e le tradizioni possono essere fonte di pace e fratellanza tra i popoli».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X