Talk, workshop e conferenze
al Tabula rasa visual arts festival

CIVITANOVA - Si sta concludendo la seconda edizione, dalle 18 fino a stasera gli ultimi appuntamenti. Tanti gli eventi organizzati al Lido Cluana, «con un buonissimo riscontro di pubblico e di esperti dei vari settori affrontati: architettura, editoria indipendente, grafica, illustrazione, fotografia e cinema»
- caricamento letture

 

Tabula-rasa-visual-arts-festival-1-650x433

Tabula rasa visual arts festival, taglio del nastro con l’assessore Roberta Belletti

Si sta concludendo la seconda edizione del Tabula rasa visual arts festival, «con un buonissimo riscontro di pubblico e di esperti dei vari settori affrontati: architettura, editoria indipendente, grafica, illustrazione, fotografia e cinema», scrivono gli organizzatori. Per due giorni il Lido Cluana di Civitanova è stato invaso da talk, presentazione di film, workshop, conferenze e dalla mostra mercato “Tabula market” con ben più di venti progetti italiani tra le più importanti realtà.

Tabula-rasa-visual-arts-festival3-325x217I tabula workshop sono stati condotti da Flaminia Masotti di Foxcraft Roma, che ha accompagnato i partecipanti attraverso il mondo della rilegatoria con “Legatoria Do It yourself”, da Giuseppe Boldrini di NeroFumo 680 di Viterbo, che con “L’arte non ha prezzo” ha introdotto le tecniche della linoleografia, e da Cartiera Romaniello, che ha illustrato il tema del riciclo e del riuso con “Carta Fatta a mano: riciclo e riuso”.

Ai tabula talk, invece, hanno dato il proprio contributo Filippo Rossi da Terni con la presentazione del progetto e della pubblicazione “Terni Atlas”, il gruppo di Distr.ict di Milano che hanno raccontato il loro network e la community che aiuta giovani designer o professionisti a trovare dei contatti lavorativi. Maria Francesca di Alessandro e Hassan Nasser, inoltre, hanno offerto, nei due giorni di festival una consulenza gratuita sul portfolio (“Portfolio Review”) a tutti i professionisti interessati. L’ultimo talk si è concentrato sulla realtà della rivista RVM con Agnese Porto da L’Aquila. Un magazine che si pone l’obiettivo di far dialogare la fotografia con altre forme di narrazione come la letteratura, la poesia, l’illustrazione e l’arte grafica. La giornata si è conclusa con il tabula film e la proiezione di “Super Design” di Muse Factory of Projects. La serata è stata curata dalla media manager e communication specialist Guendalina Piselli.

Tabula-rasa-visual-arts-festival2-325x217La giornata di oggi si è aperta alle 10 con il tabula market a cui hanno partecipato i seguenti artisti e progetti: Violeta Patolova, Giulia Ceccarani e Giada Fuccelli che hanno presentato i loro progetti di illustrazione, Nero Fumo 680 con le stampe e lo Xilo e Pica con le stampe in cianotipia. Le riviste: Library, Frab’s, Quanto, CTRL, 70percento, i progetti di fotografia di RVM e Dito Publishing, Foxcraft, legatoria, Officine Amaro, progetto di stampa e legatoria.

Alle 18 sono in programma, invece, i talk, a cui parteciperanno Cheap di Bologna con “Tabula Super Book”, Daniele Romaniello e Giuseppe Boldrini con “L’orto di carta” e il progetto “Travel on Art” di Reggio Emilia sulla street art in Italia, con la grande novità di Tabula Rasa: nel libro, che verrà presentato dai due blogger di Reggio Emilia, una sezione sarà dedicata a “Vedo a Colori”, selezionato tra i più importanti progetti di arte urbana in Italia.

Tabula-rasa-visual-arts-festival4-325x217La giornata si concluderà con l’ultimo evento delle 21,30, con la presentazione della tesi del biennio di Graphic Design dell’Accademia delle Belle Arti di Macerata di Chiara Adami: “Isolation. Journey of a typeface”. L’elaborato tratta il tema dell’isolamento che ha colpito tutti durante il lockdown e lo fa attraverso l’utilizzo di un carattere tipografico che rappresenta l’isolamento dove le persone, chiuse nelle loro case, saranno rappresentate dalle lettere stesse.

La mostra “Clou – Urban Catalyst” al Lido Cluana sarà visitabile fino al 10 agosto.

«Soddisfatto il direttore artistico Giulio Vesprini per la riuscita dell’evento – termina la nota degli organizzatori -, che si inserisce tra i festival civitanovesi e regionali con una proposta culturale variegata, di nicchia e con contenuti di altissima qualità e auspica ad un prosieguo per la terza edizione sempre più legata alle arti visive con l’augurio di continuare a portare l’arte tra la gente».

Tabula-rasa-visual-arts-festival



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X